Supercoppa, conferenza stampa Inzaghi: «Concentrazione, compattezza e unione di spirito. Queste le mie richieste»

lazio inzaghi
© foto Inzaghi

Lazio, tutto pronto a Ryiad per la conferenza stampa di mister Inzaghi alla vigilia della finale di Supercoppa

Domani alle 17:45 Lazio e Juventus scenderanno in campo per la finale di Supercoppa italiana. Il tecnico dei biancocelesti Simone Inzaghi alle ore 13:00 interverrà nella consueta conferenza stampa della vigilia.

Insieme al tecnico ci sarà anche Senad Lulic in conferenza.

«Domani la gara sarà differente rispetto al campionato. Ci si gioca il primo trofeo stagionale, sarà una gara dove non bisognerà commettere errori perché si affrontano due squadre che in ogni momento possono far male».

STATO D’ANIMO – «Siamo in un ottimo momento. Veniamo da otto vittorie consecutive. La squadra ha delle certezze, si conosce, con lo stesso allenatore. Quarta finale in tre anni e mezzo. Vediamo domani cosa succederà. Partita a se, in campionato hai tempo di rimediare qui in 90-120 minuti ti giochi il trofeo».

CONCENTRAZIONE – «Indipendentemente da come giocherà la Juventus incontriamo una squadra con grandissima qualità. Abbiamo preparato qualsiasi evenienza, quello che mi sono raccomandato è di fare una partita con molta concentrazione. Anche in campionato abbiamo preso un gol dove la Juve ha dimostrato che anche con la difesa schierata è riuscita a farci gol».

RONALDO – «Ronaldo lo consociamo tutti. Un campione che in ogni momento può risolvere la gara. All’Olimpico abbiamo fatto un’ottima gara soffrendo insieme ma nonostante questo abbiamo tenuto la palla noi. Sarà importante anche fare questo».

ATTEGGIAMENTO – «Una finale è qualcosa di speciale. I ragazzi devo essere sincero la stanno preparando la meglio. Grande concentrazione, compattezza e unione di spirito. Questo ho chiesto ai miei».

VITTORIE«Le tre vittorie contro la Juve sono state tre partite differenti: quella con il gol di Murgia la ricordo con più piacere, questa di domani sarà una partita diversa ma dovremo fare una gara molto attenta sapendo che sulla carta troviamo una squadra con potenzialità maggiori ma quello che conta è il campo. Sul campo abbiamo dimostrato di essere altrettanto forti».

IMPORTANZA DELLA GARA – «Tutte le partite, le finali sono importanti. Ho la fortuna di avere un gruppo straordinario che mi ha sempre seguito fin dal primo giorno. Fino adesso è la quarta finale in tre anni e mezzo, se è la più importante non lo so ce ne sono state tante. Importantissima che viene in un omento in cui la squadra sta bene, ha acquisito molte certezze».

APPROCCIO – «Sappiamo che l’approccio venendo da una sconfitta sarà diverso. All’Olimpico però la Juve ha avuto un ottimo approccio. Sappiamo che troveremo una squadra che ha perso solo con noi, che gioca un ottimo calcio, che ha vinto il girone di Champions, che essendo sempre abituata a vincere dopo lo stop di Roma ha subito qualche critica che l’ha caricata ancora di più in vista di questa partita».

TERZO POSTO«Il terzo posto è ampiamente meritato. I ragazzi hanno creduto nel lavoro che si propone insieme al mio staff. All’inizio non venivano i risultati ma le prestazioni ci sono state fin dalla prima gara della stagione».

VITTORIA – «Abbiamo delle certezze della nostra squadra e dei nostri giocatori. Sappiamo di incontrare una squadra difficilissima da battere, sperando che domani si possa fare una gara perfetta sapendo che avremo delle difficoltà».

ROSA – «Sappiamo di avere un’ottima squadra e in questo la società è stata brava a mantenere i migliori nonostante le offerte. Ogni anno voglio mantenere i pezzi migliori con nuovi acquisti che possano aumentare la qualità della rosa».

 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy