Sunderland, ecco cosa vietata Paolo Di Canio ai suoi giocatori…

Di Canio
© foto @CalcioNews24

Paolo Di Canio, durante la sua esperienza nel Sunderland da allenatore, vietava ai suoi giocatori di cantare sotto la doccia

SportMediaset ha riportato alcuni dei più strani divieti imposti dagli allenatori ai propri giocatori. Al primo posto della speciale classifica c’è Steve Clarke, ct della Scozia, che non faceva indossare le infradito ai calciatori durante i pasti. Il motivo? Poiché, secondo lui, vestirsi male a tavola fa fare a tutti brutta figura. La rassegna degli assurdi divieti prosegue con Ferguson, che non concedeva ai giocatori di indossare scarpini colorati, fino ad arrivare a Negelsmann, che faceva evitare ai componenti della sua squadra di prendere aerei nei giorni liberi. Nell’elenco figura anche un personaggio caro al mondo biancoceleste, Paolo Di Canio. Da allenatore del Sunderland, l’attaccante vietava ai calciatori di cantare sotto la doccia.