Connettiti con noi

Campionato

Stadi e palazzetti: dal primo aprile capienza al 100%. Ecco le regole

Pubblicato

su

Dal primo aprile stadi e palazzetti potranno riaprire al 100% agli spettatori: ecco le regole e tutti i dettagli

Dal primo aprile 100% della capienza non soltanto negli stadi ma anche nei palazzetti e in generale negli impianti al chiuso. Lo ha approvato ufficialmente il Consiglio dei Ministri dopo il decreto che servirà ad allentare ulteriormente le misure anti-Covid.

Allo stadio ci sarà il vincolo del green pass base (quello che si ottiene anche con il tampone e non solo con il vaccino e la guarigione dal Covid, sul modello di quanto accadde per le gare degli Europei a Roma) ma non più dell’obbligo di certificazione verde rafforzata. Che invece sarà ancora obbligatorio per entrare in un palazzetto. Dal 1 maggio in poi ci sarà l’abolizione completa del green pass.

La mascherina ffp2 resterà obbligatoria fino al 30 aprile sia per gli spettacoli sportivi all’aperto sia per quelli al chiuso. Quanto alla pratica sportiva, in attesa delle FAQ del Dipartimento Sport, si evince questo quadro: nessun obbligo di green pass per le attività all’aperto, anche per sport di squadra e di contatto, necessario però (rafforzato) per frequentare gli spogliatoi e le zone al chiuso all’interno dei centri sportivi. Dunque, i giovani calciatori dai 12 in su, che dal 10 gennaio per giocare dovevano essere o vaccinati o guariti, ora (attenzione, i provvedimenti diventano operativi dal primo aprile) possono entrare negli impianti senza certificazione verde. Diverso è invece il discorso per le attività al chiuso – dalle piscine alle palestre – dove rimarrà fino al 30 aprile l’obbligo del green pass rafforzato (quindi riservato solo a chi è vaccinato o guarito). Lo riporta Gazzetta.it.