Connettiti con noi

News

Spataro (CONI): «I cittadini non possono fare tamponi, quelli dei giocatori come li giustifichiamo?»

Lavinia Labella

Pubblicato

su

Il Direttore Sanitario dell’Istituto di Medicina dello Sport del Coni, Antonio Spataro, ha commentato il protocollo per la ripresa

A CalcioToday.it, il Direttore Sanitario dell’Istituto di Medicina dello Sport del Coni Antonio Spataro, ha spiegato le difficoltà che potranno riscontrarsi per la ripresa:

«Il protocollo della FIGC è sostanzialmente completo. Ai test ordinari legati agli atleti si sono aggiunti quelli connessi con il Covid-19, tipo esami sierologici, tamponi. Rispetto agli atleti che sono stati positivi e poi guariti, bisogna approfondire molto l’aspetto cardiaco e polmonare. Sicuramente trovare i tamponi perché i giocatori sono tanti e a questi bisogna aggiungere tutte le persone che ruotano attorno ad una squadra. Il problema oltre che di disponibilità è di natura etica. Se i cittadini normali e quelli a rischio come gli operatori sanitari non riescono a fare i tamponi, come li giustifichiamo per i calciatori? Comunque non credo che il rischio dei contagi nel calcio sia più elevato. Stabilito che i calciatori sono esenti dal virus non c’è problema. Sono di fatto messi in quarantena con il ritiro permanente estremamente controllato». 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
Advertisement