Signorelli (CalcioAtalanta.it): «Possiamo giocarcela con tutti! Lazio? Anche senza Immobile… » – ESCLUSIVA

© foto www.imagephotoagency.it

Il parere dell’avversario. Il pensiero – in esclusiva ai microfoni di Lazio News 24 – del collega dell’Atalanta sulla gara di domani pomeriggio contro la Lazio guidata da Simone Inzaghi

Prima dell’importante match in ottica Champions tra Lazio ed Atalanta, la redazione di Lazio News 24 ha contattato in esclusiva quella di Calcioatalanta.it, al fine di conoscere in che modo mister Gasperini cercherà di mettere in difficoltà gli uomini di Inzaghi, oltre ad avere qualche notizia in più sugli attuali incroci di calciomercato. Ecco le dichiarazioni del collega nerazzurro, Giordano Signorelli:

Per la gara contro la Lazio, mister Gasperini non potrà contare sullo squalificato Caldara. Quella del classe ’94 sarà l’unica assenza in casa nerazzurra? Come verrà sostituito? Quale formazione sceglierà l’allenatore per cercare di impensierire l’armata di Inzaghi?

Il ballottaggio Palomino-Mancini si apre ogni qualvolta che qualcuno del trio Caldara-Masiello-Toloi è indisponibile. Credo però che, visto lo spessore dell’avversario e l’importanza della posta in palio, Gasperini preferirà l’esperienza del centrale argentino. Per il resto non ci sarà Spinazzola, pertanto sulla sinistra vedremo Gosens che ha fatto bene nelle ultime gare, mentre davanti Ilicic scalpita per un posto da titolare. Penso che il tecnico nerazzurro schiererà chi avrà più energie da spendere.

L’Atalanta dovrà scontrarsi rispettivamente con Lazio, Milan e Cagliari. Sulla base di questo calendario, quante probabilità ci sono che i bergamaschi riescano a centrare la qualificazione in Europa League?

Sono tre gare difficili perché ad oggi tutte le avversarie sono ancora in lotta per degli obiettivi: Lazio per la Champions, Milan per l’Europa League e Cagliari per la permanenza in serie A. Dare percentuali è impossibile, soprattutto in relazione a quanto accaduto nelle ultime settimane con il Benevento andato a vincere a San Siro. Però l’Atalanta ha il vantaggio di essere la prima del gruppetto e di avere un margine, seppur minimo, sulle avversarie e questo le consente di avere una più alta probabilità di qualificazione rispetto alle dirette concorrenti.

All’Olimpico si sfideranno due squadre che hanno necessariamente bisogno dei tre punti per continuare il proprio cammino verso gli obiettivi che sono ormai a portata di mano. Che partita ti aspetti? Cristante ha dichiarato che quella contro la Lazio sarà un bel match e che l’Atalanta può giocarsela con tutti. Quanto ti senti d’accordo con le parole del centrocampista?

Atalanta e Lazio sono due squadre che, indipendentemente dagli elementi schierati, offrono un ottimo calcio. Forse il migliore della massima serie. Inzaghi e Gasperini sono stati bravi a fornire un impianto di gioco e, probabilmente, anche dal punto di vista della preparazione atletica hanno ben calibrato i carichi. Per quanto concerne le parole di Cristante, non posso far altro che essere d’accordo con lui. L’Atalanta di Gasperini ha sempre dimostrato di giocarsela con tutti, andando a vincere a Roma, Napoli, Liverpool e altri campi difficili. Di certo ci proveranno, poi sarà il campo ad emettere il proprio verdetto.

Numerosi giocatori attualmente a disposizione di mister Gasperini sono entrati nelle mire di alcune big italiane ed estere: in estate andrà in scena una vera e propria rivoluzione in casa Atalanta? De Roon, Cristante e Freuler sono stati accostati alla Lazio: quale dei tre ipotetici addii digeriresti meglio?

Secondo me non andrà in atto nessuna rivoluzione in casa Atalanta, tanto meno se dovesse centrare nuovamente l’Europa League. Sicuri partenti saranno Caldara e Spinazzola che si trasferiranno alla Juventus, poi forse solamente un altro big potrebbe cambiare maglia di fronte ad un’offerta irrinunciabile per club e calciatore. Il bilancio dell’Atalanta è più che positivo e non necessita cessioni, ma è chiaro che molti nerazzurri si sono confermati su ottimi livelli e per questo motivo siano chiacchierati e accostati a tanti club. Addii? Si fanno sempre fatica a digerire. Però De Roon, rimasto scottato dalla parentesi inglese, ha fatto carte false per tornare a Bergamo e sta diventando un vero leader, Cristante è il giocatore che è cresciuto esponenzialmente in questi 18 mesi ed è un centrocampista sul quale ho sempre creduto parecchio, pertanto, solo per esclusione, dico Freuler. Osservando però la strategia societaria di Tare e Lotito, non credo però siano giocatori da Lazio in quanto il costo del cartellino è molto alto.

La gara d’andata finì in pareggio e la Lazio riuscì per ben due volte a rimontare il momentaneo svantaggio. Che idea ti sei fatto dell gruppo guidato da Simone Inzaghi e – tra le squadre in lizza per la Champions – quali vedi più attrezzata?

La Lazio è una squadra di valore, con un allenatore bravo e con un futuro molto importante. Ha saputo confermarsi su altissimi livelli e solo un breve black-out ha compromesso il cammino in Europa League, una competizione che avrebbero potuto giocarsi fino in fondo. I biancocelesti hanno quattro punti di vantaggio e proveranno a chiudere il discorso Champions prima della sfida con l’Inter, ma credo che, anche senza Immobile, abbiano tutte le qualità per arrivare fra le prime quattro.

Articolo precedente
lotitoSalernitana, contestazione a Lotito: «Non siamo la seconda squadra della Lazio!» – VIDEO
Prossimo articolo
primaveraPrimavera, Bonacina: «Quest’anno nessuno ha dato il 100%. Retrocessione meritata…»