Serie A, Mignogna sulla petizione: «Occorre confermare la firma per email per convalidarla»

seconda categoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’avvocato Mignogna ha lanciato una nuova petizione per cercare di convincere il Governo a non fermare la Serie A e gli altri campionati

A seguito della petizione lanciata per non fermare la Serie A, l’avvocato Mignogna ha voluto precisare, insieme al Comitato Consumatori Lazio, come convalidare la firma a tale petizione:

«Il Comitato Consumatori Lazio esprime grande soddisfazione riguardo al fatto che la Petizione “Covid-19 | Calcio e Indotto: No allo Stop per Decreto” in pochi giorni ha superato quota 500 firme e oltre 420 condivisioni. Proprio tale ultimo dato, tuttavia, porta a ritenere che putroppo non è stato convalidato un elevato numero di sottoscrizioni, quantomeno pari o addirittura superiore a quello risultante dai dati della piattaforma Change.org.

Nel ringraziare tutti i siti web, le trasmissioni radiofoniche ed i canali social che sin da subito hanno sposato contenuti e finalità della Petizione, il Comitato Consumatori Lazio ritiene che allo stato non sussistano ancora le condizioni per ritenere che la Serie A 2019/20 possa ripartire secondo i protocolli di sicurezza elaborati dal Comitato Scientifico della Figc e senza alcun pregiudizio patrimoniale per il sistema calcio e l’indotto, alcuno spreco di risorse economico/sociali utilizzabili per altre esigenze emergenziali ed alcun condizionamento degli esiti sportivi della competizione.

Per tali ragioni, il Comitato Consumatori Lazio invita tutti i tifosi, gli sportivi ed i soggetti direttamente o indirettamente interessati all’iniziativa a continuare ad apporre ulteriori sottoscrizioni, a tal fine precisando che secondo l’attuale procedura della piattaforma è necessario convalidare ogni singola firma dandone conferma attraverso l’indirizzo email ivi indicato».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy