Lulic: «Senza segnare non si vince. Se rientriamo così…»

giudice sportivo
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Senad Lulic, intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium all’intervallo di Lazio-Hellas Verona


Al termine dei primi 45 minuti, si è soffermato a commentare la prestazione della Lazio, il capitano Senad Lulic, intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: «Ci è mancato solo il gol, ma senza le partite non si vincono. Se entriamo con questo spirito nel secondo tempo ce la facciamo. Siamo in partita, abbiamo un buon ritmo. Adesso riposiamoci e poi ripartiamo».

Le parole di Lulic a Mediaset Premium

 

«Speriamo di vincere con una gran prestazione. Ogni partita ha una storia a sè, non vinciamo da quattro partite ma giochiamo bene, mancano solo i risultati. Stasera abbiamo la possibilità di tornare quarti, abbiamo un avversario difficile da affrontare, ma davanti al nostro pubblico possiamo farcela».

Le parole di Lulic a Lazio Style Channel

«Una vittoria è quello che vogliamo. Dobbiamo prima giocare, sarà il campo a sirlo. Solo giocando da squadra possiamo ottenere tre punti, ma sono fiducioso. Radu? Entrambi siamo felici di aver tante presenza con questa maglia. Auguro a Stefan di superare altri giocatori. Pensiamo alla partita di oggi».

L’esterno bosniaco è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport

«L’atteggiamento è sempre stato giusto, anche nell’ultima partita a Bucarest dove abbiamo creato tanto ma è mancato solo il gol. Se ripetiamo una partita come quella possiamo portare a casa il risultato. L’avversario è difficile, ma giochiamo davanti al nostro pubblico e vogliamo fare il massimo per tornare dove stavamo due settimane fa. Il mio ruolo? Non cambia molto se gioco 5 metri più al centro o più esterno. L’importante è che si giochi da squadra, che si lotti l’uno per l’altro, solo così possiamo portare a casa il risultato».

Articolo precedente
milinkovic calciomercato lazioLazio-Hellas Verona, Milinkovic: «Torniamo dove meritiamo» – FOTO
Prossimo articolo
Valoti: «Lazio, squadra da Champions. Ma stasera…»