Lazio, D’amico: «Lo Scudetto del 1973? La Roma poteva giocarsela con la Juve, invece…»

d'amico
© foto @YouTube

Vincenzo D’Amico, storica bandiera della Lazio, è tornato a parlare dello Scudetto del 1973, perso anche a causa della Roma

Corsi e ricorsi storici. La Lazio si ritrova in piena corsa Scudetto e l’occhio è già all’ultima giornata di campionato, quando la squadra di Inzaghi sarà a Napoli e la Roma a Torino per giocare contro la Juventus. Tutto potrà decidersi proprio in quell’ultimo turno, come nel 1973, quando la formazione di Maestrelli si vide soffiare il Tricolore da sotto al naso a causa dei giallorossi che lasciaromo la vittoria ai bianconeri un po’ troppo facilmente.
Uno dei protagonisti di allora, Vincenzo D’Amico, è tornato a parlare di quell’episodio a Il Messaggero:

«Perdemmo lo scudetto all’ultima giornata, sconfitta a Napoli 1-0, anche male. Non eravamo partiti per competere, ma come questa Lazio qui, ci siamo trovati nella lotta e ci abbiamo provato. Lo vinse la Juve alla fine. Si sbaglia a mettere a paragone con Lazio-Inter e il famoso ‘oh noo’. I nerazzurri avrebbero vinto lo stesso, erano più forti, erano quelli del triplete, non scherziamo. C’è una profonda differenza, certo quel Roma-Juve del ’73 se ci penso un momento… Non posso dire che nel ’73 la Roma si scansò perché non voglio prendere denunce, non credo sia successo. Di sicuro, penso, che la Roma se la potesse giocare alla pari, io non ci credo che se la siano giocata, ma questo è un pensiero mio».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy