Sampdoria, Ferrero: «Giocare? A Bergamo ci sono centinaia di morti!»

ferrero
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, il patron dei blucerchiati Ferrero ha parlato nuovamente della possibile ripresa del campionato

Una possibile ripresa del campionato è il tema centrale di queste settimane nel mondo del calcio. Le posizioni dei vari club sono nette e diverse tra loro tra chi vorrebbe ripartire e chi no. Per il partito del no c’è anche il patron della Samp Ferrero che oggi ha ribadito al sua idea a La Gazzetta dello Sport.

«Non sono per il non riprendere il campionato a prescindere, semplicemente il calcio è una parte del Paese e il Paese oggi non sa dirci quello che potrà essere domani. Possiamo fare ipotesi, nessuno ha certezze. Servono almeno quattro settimane di preparazione. Ipotizziamo che si torni a giocare tra maggio e giugno, per poter chiudere i campionati massimo entro il 3 agosto, come avrebbe specificato la Uefa. Poi si riparte a ottobre, e finiremmo chissà quando. Così invece che al 2021 l’Europeo va rinviato al 2023».

BERGAMO – «Ho parlato con Percassi. Ripeto a maggior ragione: andiamo da lui a chiedere di giocare a calcio mentre Bergamo conta centinaia di morti?».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy