Connettiti con noi

News

Romulo: «La Lazio una famiglia, sarebbe bello tornare»

Pubblicato

su

Ai microfoni de Ilposticipo.it Romulo è tornato a parlare di Lazio

Ai microfoni de Ilposticipo.it Romulo è tornato a parlare di Lazio. Ecco le sue parole

«Ho passato i sei mesi più belli della mia carriera: a Roma ho trovato una famiglia, ho ancora un rapporto molto stretto coi giocatori della Lazio. Con Inzaghi mi sono trovato benissimo: è un grandissimo. Studia tanto gli avversari, poi ha uno staff formato da fratelli che lavorano e condividono lo stesso modo di pensare. Penso che Inzaghi crescerà tantissimo, è solo all’inizio della sua carriera anche se ha già vinto tanto. Il mister ha dato un’identità fortissima alla Lazio. Spero che diventi uno dei migliori allenatori in Europa e un giorno magari sarà anche Ct della Nazionale italiana»

«Il derby più caldo ed elettrizzante è quello di Roma perché tutta la città si ferma e tutti parlano solo di quella partita. Anche se una delle due squadre non è messa bene in classifica, basta vincere il derby per dare un senso alla stagione. Quando c’ero io, la Lazio ha vinto il derby 3-0: è stato bellissimo, lo stadio era strapieno, è stata una sensazione impossibile da dimenticare»

«Quando ho perso l’opportunità di fare il Mondiale 2014 con l’Italia ci sono rimasto male. Onorare la maglia azzurra e giocare nel Paese in cui sono nato non era cosa da poco. Per colpa della pubalgia sono stato costretto a rinunciare alla convocazione: è stato difficile da accettare. Vorrei essere convocato di nuovo per indossare la maglia dell’Italia. Poi sarebbe bello tornare a Roma e giocare ancora nella Lazio»