Connettiti con noi

News

Polveriera Lazio, tifosi sconcertati e Sarri studia l’ennesimo rilancio

Pubblicato

su

Maurizio Sarri deve studiare l’ennesimo rilancio dopo il brutto ko incassato dalla Lazio contro il Milan

Maurizio Sarri deve nuovamente rimboccarsi le maniche. La sconfitta contro il Milan ha fatto emergere vecchi difetti, i tifosi sono sconcertati perché la squadra non assimila i dettami del tecnico. Ecco nel dettaglio le criticità biancocelesti secondo La Gazzetta dello Sport.

RENDIMENTO – Vittoria netta a Firenze e ko disastroso contro il Milan. Non aiuta la discontinuità dei risultati. Un film già visto. Dopo il derby vinto contro la Roma, seguì il crollo per 3-0 a Bologna. E al successo dell’Olimpico sull’Inter fece seguito il 4-1 subito a Verona. Una discontinuità che era affiorata anche nella gestione Inzaghi. Cali di rendimento evidenti anche sul piano dei singoli: le prove di Felipe Anderson ne sono un esempio.

DIFESA – Nessun gol subito nelle quattro gare precedenti prima del tracollo contro il Milan: quattro gol al passivo. Le 39 reti incassate nelle 24 giornate di campionato non spingono in alto le ambizioni della Lazio. Si è rivelato più difficoltoso del previsto il passaggio nel reparto arretrato dall’assetto a tre elementi degli anni di Inzaghi alla formula a quattro prevista da Sarri. Ma il tecnico ha dovuto fronteggiare palesi difficoltà di organico in difesa. Anche il fedelissimo Hysaj ha reso al di sotto delle aspettative. Così aveva chiesto un paio di rinforzi a gennaio. Un centrale e un cursore per la fascia sinistra. Casale del Verona e Parisi dell’Empoli le soluzioni indicate alla società che però è rimasta bloccata dai limiti dell’indice di liquidità.

PERSONALITÀ – Nemmeno con Sarri la squadra finora ha fatto quel salto in più tanto atteso. Il flop di Milano diventa ancora più duro da digerire perché è stata un’altra occasione mancata in questo senso. Al Meazza erano in palio le semifinali di Coppa Italia ma la formazione biancoceleste non si è presentata con il piglio richiesto. Pedro a parte, anche dagli acquisti della scorsa estate non è arrivata quella spinta in più. Un esempio la prova di Basic.

TURNOVER – L’ esclusione di Luis Alberto dagli 11 titolari contro il Milan ha sorpreso.
Lo spagnolo era tornato ai suoi livelli migliori proprio nella gara di Firenze. L’esigenza di farlo rifiatare è apparsa in contrasto con l’importanza della gara del Meazza. Ad ogni modo, Sarri quando ha cercato di alternare le forze nel cammino parallelo tra campionato si è imbattuto in una differenza di valore lampante da parte di chi veniva inserito. Così il turnover anche quando necessario ha finito per fare i conti con alternative decisamente inferiori sul piano qualitativo.

News

video

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.