Parolo e Strakosha, eroi silenziosi di questa Lazio

Parolo lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Nel calcio si sa: gli attaccanti sono quelli che rubano la scena. Ma Parolo e Strakosha sono altrettanto fondamentali per questa Lazio

Quanti goal per la Lazio in campionato! Il bottino della compagine di Simone Inzaghi recita 43 reti in 17 giornate, numeri superiori al Napoli e di poco inferiori alla Juventus, nonostante una partita ancora da recuperare. Merito sicuramente degli attaccanti con Ciro Immobile, Luis Alberto e Sergej Milinkovic-Savic che sono riusciti a catturare le attenzioni di tutti i maggiori club europei. Merito però anche di altri eroi silenziosi: il Corriere dello Sport sottolinea ad esempio l’importanza di Marco Parolo e Thomas Strakosha. Il centrocampista di Gallarate è il motorino di questa squadra, contro la Fiorentina in Coppa Italia ha percorso 13 km e collezionato il record di velocità media (8.5 km/h). Il tecnico biancoceleste non può lasciarlo fuori, sa di poter contare su un mastino che corre (e rincorre) anche oltre il novantesimo. E che dire invece dell’estremo difensore albanese? Con una serie di miracoli sta tenendo a galla la Lazio. Per credere, basta domandare a Cristante e Chiesa, i quali sono rimasti con l’urlo strozzato in gola. Come Parolo, anche Strakosha è uno che molla mai e va sempre alla ricerca della perfezione. Soltanto i dati anagrafici li dividono, lo spirito combattivo al contrario li unisce, e i tifosi capitolini hanno modo di sentirsi più sicuri con loro in campo.

Articolo precedente
Calciomercato LazioPrimavera, un mese di squalifica per Tounkara
Prossimo articolo
spallettiCandreva: «Inter, sconfitta che brucia. Ma con la Lazio…»