Parolo: «Contro il Milan vogliamo vincere! Ai tifosi dico che…»

parolo
© foto www.imagephotoagency.it

Parolo, le dichiarazioni del centrocampista della Lazio in vista della gara di domenica contro il Milan

Si avvicina lo scontro Champions tra Lazio e Milan, in programma domenica all’Olimpico alle ore 18. A due giorni da questa partita, il centrocampista biancoceleste, Marco Parolo è stato intervistato da Sky Sport. «E pensare che da piccolo la mia fede era rossonera perché me l’aveva trasmessa mio nonno. È sempre stato bello giocare contro il Milan perché mi dava tanta voglia di far bene e forse questo mi ha portato fortuna. Per me adesso c’è solo la Lazio, ho dei bei ricordi e spero di poter replicare ancora per portare a casa la vittoria. Noi vogliamo vincere e mantenere il nostro quarto posto in classifica».

SCONTRO DIRETTO – In queste grandi sfide è il dettaglio a fare la differenza e questo ci manca. In altre gare magari tralasciamo qualcosa e riusciamo comunque a vincere. Contro le grandi invece bisogna mantenere sempre le antenne dritte. Mi auguro che le batoste prese sinora ci siano servite per maturare».

MILAN – Penso che il Milan abbia tutte le armi per fare una gran partita lo stesso, ha giocatori importanti in panchina che vorranno dare ancora di più dei titolari. Quindi sarà una squadra fortissima nonostante le assenze. Tutti avranno una cattiveria in più trasmessa da Gattuso. Noi non dobbiamo cadere nel tranello di pensare di trovare un Milan remissivo».

TIFOSI – Il mio primo anno qui, quando indossammo per la prima volta contro il Milan la maglia bandiera c’era una cornice fantastica che ci permise di ribaltare il risultato sul 3 a 1 per noi. Una sinergia strepitosa tra tifosi e giocatori. Se dopodomani ci sarà l’Olimpico pieno, ci darà un’ulteriore spinta. Dico ai tifosi che verranno allo stadio che si divertiranno».

Articolo precedente
le pagelle dei quotidianiLazio, dove vedere le prossime gare in TV: il palinsesto
Prossimo articolo
calciomercato LazioCalciomercato Lazio, l’ultima idea di Tare si chiama Eduardo Salvio – ESCLUSIVA