Connettiti con noi

Hanno Detto

Pallotta: «Monchi mi chiese chi fosse Zaniolo. Con lui ho sbagliato»

Redazione LazioNews24

Pubblicato

su

pallotta

Dure parole di James Pallotta, ex presidente della Roma, sul suo rapporto con Monchi, ex direttore sportivo giallorosso

L’ex presidente della Roma James Pallotta ha rilasciato un’intervista a The Athletic in cui ha parlato anche del suo rapporto con Monchi.

MONCHI – «Ci incontrammo a Londra diverse volte. Il primo incontro fu con Franco Baldini: nella sua shortlist Monchi non c’era. Mi prendo tutta la colpa di essermi fottuto da solo. Ünder e Kolarov sono stati buoni acquisti, ma ci sono stati errori costosi. Io ero un buon trader perché facevo le cose con la mia testa, anche se i miei analisti dicevano qualcosa di diverso. Ho commesso alcuni errori ma l’obiettivo è fare bene più di quanto fai male. Ma dovevo fidarmi. Sono rimasto a guardare e fu un errore. Non accettava aiuti esterni, dopo un mese era chiarissimo. Sentiva di dover dimostrare che era Monchi, che non avrebbe ascoltato nessuno o considerato i nostri dati. Niente. Zero. L’altro errore che ho fatto è che, beh, avrei dovuto realizzare che si chiama da solo Monchi… è come chiamarsi da soli Madonna. Doveva essere un allarme. Piano B? Non puoi avere un piano B se non hai un piano A. E non penso che avesse un piano A. Il 100% del merito va a Baldini. Franco chiamò l’Inter e disse loro che non avremmo ceduto Nainggolan se non in cambio di Zaniolo. Monchi chiese chi fosse».

Advertisement