Uccise Gabbo, Spaccarotella ora in semilibertà

Gabriele Sandri
© foto LazioNews24

Luigi Spaccarotella è in semilibertà. L’uomo che uccise Gabriele Sandri in una piazzola di sosta, durante il giorno lascia il carcere militare per recarsi a lavoro

Spaccarotella in semilibertà. Dieci anni fa, il poliziotto sparava un colpo uccidendo Gabriele Sandri, oggi può lasciare il carcere per recarsi a lavoro. L’agente fu condannato a 9 anni ed 8 mesi di reclusione per omicidio volontario sia in Appello che in Cassazione. Oggi ha scontato metà della pena e conquistato il regime che gli consente di prestare servizio ad una Misericordia, nei pressi del carcere di Santa Maria Capua Vetere. Come riporta La Nazione, l’agente avrebbe fatto anche visita alla famiglia, ad Arezzo, per trascorrere qualche momento con il figlio. «La cosa che mi ha colpito di più è stata la mancanza di qualsiasi rimorso. Non so se in questi anni abbia avuto una coscienza. O abbia avuto modo di capire il danno che ha causato», ha dichiarato ieri Cristiano – fratello di Gabbo.