Connettiti con noi

Hanno Detto

Nanni (rapp. medici Serie A): «Stoppare i giocatori azzurri? È esagerato»

Pubblicato

su

Nanni, rappresentante dei medici della Serie A, ha parlato dopo il focolaio scoppiato in Nazionale. Le sue parole

Al Corriere dello Sport ha parlato Nanni, medico del Bologna e responsabile medici della Serie A. Le sue parole sul focolaio in Nazionale e sul possibile stop dei giocatori che sono stati in azzurro.

SITUAZIONE – «È una situazione di allarme, dobbiamo fare come c’è scritto nel protocollo. È chiaro che quando succede che c’è un focolaio devi stare molto più attento e tracciare bene i contatti. Rischi maggiori a seconda delle zone diverse del mondo? No, bisogna solo affidarsi ai protocolli. Il rischio maggiore è se non stai alle regole. E al minimo sintomo far scattare l’allarme. Esempio: un raffreddore».

STOP AI NAZIONALI – «Intervento coordinato delle Asl per fermare i giocatori non positivi? Dobbiamo fare come c’è scritto nel protocollo, fare dei tamponi ravvicinati e quelli che sono negativi possono allenarsi e andare avanti, i positivi li isoli. Il caso del Sassuolo? È una scelta, dire che per forza non devi far giocare chi è stato del gruppo azzurro, però, mi sembra eccessivo».