Connettiti con noi

Hanno Detto

Sarri: «Non siamo ancora al massimo. Su Zaccagni e Lazzari…»

Pubblicato

su

Maurizio Sarri ha parlato nel post partita di Lazio-Bologna: queste le dichiarazioni del tecnico dei biancocelesti

Maurizio Sarri ha parlato nel post partita di Lazio-Bologna. Queste le dichiarazioni del tecnico della Lazio a DAZN.

MATCH – «Abbiamo fatto una buona partita, dovevamo essere più cattivi già nel primo tempo. Abbiamo palleggiato bassi, poi nella ripresa l’abbiamo chiusa. Trend degli ultimi mesi confermato a parte la gara di Coppa Italia».

ZACCAGNI – «Zaccagni è un giocatore che ha tante qualità e si adatta bene. Ha avuto un paio di infortuni quando è arrivato, attacca poco la profondità e la porta e oggi ha segnato proprio facendo questo. Ascolta molto, cerca di migliorarsi. Calciatore molto forte che non è ancora al 100%. Un pò diverso da Insigne come caratteristiche, deve giocare da Zaccagni».

VIDEO – «Abbiamo lavorato al monitor, abbiamo giocato 63 ore fa e sul campo non potevamo fare grandi cose. Abbiamo corretto il lavoro della linea, purtroppo nel calcio di oggi si deve lavorare molto con i video. Io ero un innamorato della settimana, del lavoro sul campo, del migliorare i singoli, oggi sembra di fare il regista, siamo molto al video e poco in campo».

ULTIMI MESI – «L’importante è che negli ultimi 3 mesi la squadra abbia fatto bene, abbiamo perso solo 3 partite. Non è più una squadra da black-out, possiamo dare continuità. Per me siamo più forti, la capacità di avere cilindrata dal punto di vista fisico e mentale ogni tre giorni. Stiamo migliorando ma ancora non siamo al massimo».

CABRAL – «Cabral veniva da un infortunio lungo 40 giorni, è arrivato con delle condizioni organiche inferiori al resto del gruppo, gli abbiamo fatto un lavoro personalizzato, lavorerà pure domani probabilmente per portarlo in condizione. Ieri mi è parso già più brillante».

MILINKOVIC-SAVIC – «Stavo scherzando con Sergio, gli ho detto che ho trovato il modo di farlo incazzare anche oggi».

Sarri a Lazio Style Radio

PARTITA – «Negli ultimi mesi abbiamo perso solo tre partite. Abbiamo trovato continuità. Mercoledì c’è stato il blackout con il Milan.m La speranza è che, con il tempo, questi blackout non ci siano più. Ma una progressione evidente rispetto al passato c’è stata. Oggi per noi era importantissimo. La solidità che stiamo dimostrando deve poi diventare una costante, perché di certo la qualità offensiva non ci manca».

INFORTUNI E SQUALIFICHE – «L’infortunio di Lazzari è preoccupante. Stava bene dal punto di fisico e mentale. Mi dispiace molto per lui. Squalifiche? Fanno parte del gioco, anche se averne due nello stesso reparto può essere preoccupante».

ZACCAGNI – «Zaccagni è in costante progressione. Dopo l’infortunio, ha sempre fatto prestazioni di grande livello. Oggi ha attaccato la profondità e la porta come gli ho sempre chiesto. Ha ancora molto da esprimere e da dire. Sono convinto che il 100% debba ancora darlo».

SENSAZIONI – «Ogni tanto siamo scarichi dal punto di vista mentale e nervoso. Questo fa dimenticare tutto il percorso di  crescita fatto negli ultimi mesi».

LUIS ALBERTO – «Luis Alberto è un giocatore di una qualità straordinaria. Inizialmente ha fatto fatica perché io gli chiedevo qualcosa di diverso. Lui pensava che fare qualche sacrificio gli avrebbe fatto perdere qualità. Ma ora ha capito che non è così e sta facendo bene».

PORTO – «Sarà molto difficile. Non hanno mai perso in campionato, Alcuni giocatori del Milan mi hanno  detto che è una squadra veramente forte. Dobbiamo fare del nostro meglio per provare a strappare qualcosa».

Il mister in conferenza

«La squadra da qualche mese che sta facendo bene, i passi falsi, come quello di mercoledì in Coppa Italia, stanno diventando più rari. Solo le grandi squadre riescono ad essere pronte a dare il massimo ogni tre giorni, noi ancora non siamo a quel livello. Abbiamo qualche blackout ma ci sta accadendo con meno frequenza rispetto a prima. Lazzari? Marusic può giocare a destra, è il suo ruolo naturale, mentre a sinistra c’è anche Radu. Per Manuel spero che sia un infortunio muscolare di primo grado, altrimenti i tempi si allungherebbero. Peccato, perché era entrato in una condizione fisica e mentale, attaccava e difendeva bene, stava diventando un valore aggiunto. Spero di recuperarlo presto.»

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.