Marotta: «La Serie A ha bisogno di autonomia. Sullo Scudetto…»

marotta
© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Marotta, AD dell’Inter, ha commentato le scelte prese dal Consiglio Federale e analizzato la lotta Scudetto

Una lunga intervista per La Gazzetta dello Sport. Beppe Marotta ha avuto modo di analizzare la questione della ripresa e l’importanza decisionale della Lega, senza dimenticare di fare un pronostico per lo Scudetto.

CONSIGLIO FEDERALE – «Quanto deciso dal Consiglio Federale è l’ulteriore prova di come non ci sia un equilibrio di governance all’interno del sistema calcio. Si avverte più forte che prima l’esigenza di una legge-quadro che regolamenti lo sport e il nostro mondo. Va fatto un distinguo chiarissimo tra il professionismo, dunque chi fa attività d’impresa, e le restanti componenti. E non va disconosciuta la valenza sociale del calcio nel contesto sociale, ruolo che la Figc dovrebbe promuovere».

CAMBIAMENTO – «Le regole vanno date dai protagonisti. Una volta la Serie A era la locomotiva dell’intero sistema. Ora come ora, invece, la situazione è ingestibile: la Lega garantisce il 90% del fatturato del mondo calcio, un gettito intorno al miliardo, eppure è un mondo che non ha una sua autonomia. Ecco perché guardo con molta ammirazione alla Premier League, modello di grande autonomia gestionale e regolamentare, pur in presenza di un diritto di veto da parte della Football Association. La Premierèuna s.p.a., con un board che è lo strumento per mantenere il rapporto tra le varie componenti, anche in ottica di ripartizione delle risorse. Il board porta in assemblea le sue proposte, che vengono votate. Così si evita ogni tipo di contrasto».

SCUDETTO – «Ho visto la squadra molto carica in allenamento, come il suo allenatore: mi ha fatto piacere. In un campionato così anomalo, può accadere di tutto. Conosciamo la forza degli avversari, ma dobbiamo avere ambizione. Poi serviranno circostanze favorevoli, come non avere infortuni nei momenti chiave».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy