Mancini: «Non ce l’ho con Immobile, è il miglior attaccante italiano! In Nazionale però…»

Di gennaro
© foto www.imagephotoagency.it

Il ct dell’Italia Mancini, in una lunga intervista concessa al Corriere dello Sport, ha detto la sua anche su Immobile e sul rendimento in azzurro

Il ct dell’Italia Roberto Mancini, in una lunga intervista concessa al Corriere dello Sport, è tornato a parlare di Immobile e del rendimento dell’attaccante in azzurro, molto diverso dai numeri collezionati con la maglia della Lazio. Ecco le sue dichiarazioni: «Non ce l’ho con Ciro, ha giocato tanto anche con me. Bravissimo anche contro il Portogallo, ma la Nazionale non è come una squadra di club: ci sono otto o nove partite l’anno, vanno sfruttate. I numeri dicono che è il miglior attaccante italiano, non ci sono dubbi, ma poi l’Italia non partecipa a u torneo di Subbuteo, bensì a manifestaioni di livello altissimo, in cui si alzano i valori collettivi. Nelle rappresentantive ci sono i migliori giocatori di ogni Paese: Immobile può avere difficoltà come gli altri attaccanti».

GRUPPO«Sono contento, penso di aver costruito un bel gruppo, una Nazionale speciale e divertente. Sulle tracce di quella delle notti magiche del 1990. Sto lavorando pensando al futuro. Penso che le ultime partite abbiano ricreato una bella armonia tra la squadra e la gente dopo una delusione insopportabile. Vedere i Mondiali senza di noi è stata dura».