Serie A, Malagò: «Anche se a fatica la barca sta partendo»

Malagò
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ospite a Che Tempo Che Fa su Rai 2, ha parlato della ripresa della Serie A

Giovanni Malagò, numero uno del Coni, è stato ospite di Fabio Fazio nella trasmissione Che Tempo Che Fa. Ecco le sue parole:

«Oggi sono successe diverse cose: il Ministro Spadafora ha parlato del desiderio di trasmettere diretta gol in chiaro per consentire agli italiani di avere meno rischi di assembramento. il Ministro ha detto questo in modo preciso perché è giusto aver come riferimento il modello tedesco in tutto e per tutto. Loro hanno fatto l’accordo con il broadcaster, l’accordo con i calciatorier aiutare i club minori, e un accordo per trasmettere in chiaro le gare, mentre da noi ci sono molti punti interrogativi. La FIGC sta rispondendo alle esigenze di tutti. Tra il calcio giocato ed il calcio non giocato io sto assolutamente dalla parte del calcio giocato. Il mio piano B c’era perché non è scontato che tutto finisca e veda bene. C’è stato il provvedimento sui playoff e playout ma la partita è aperta.  Il modello tedesco è applicabile solo se lo prendi per intero. Adesso ci sarà la corsa contro il tempo, ma anche se a fatica questa barca sta partendo».

Incertezza sui campionati«Recentemente c’è stato un Consiglio Federale, organismo supremo per l’organizzazione dei campionati. Ha preso varie decisioni, legate anche al Decreto Rilancio, demandando alla federazione una serie di responsabilità come quelle sulla giustizia sportiva e sui format dei campionati. La scelta di dare una deroga è stata coraggiosa, e per me anche corretta. Poi si può condividere o meno. La Lega Dilettanti, movimento mostruoso, forte di questa situazione ha già preso una decisione, e si sa esattamente cosa succede. Gli altri sono rimasti a metà del guado».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy