Connettiti con noi

Hanno Detto

Ledesma: «Lazio, bisogna stabilire gli obiettivi. Il derby con Totti nel calcio a 8…»

Pubblicato

su

Cristian Ledesma è intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24, in collegamento dalla Ledesma Academy. I temi affrontati

L’ex capitano della Lazio Cristian Ledesma è intervenuto ai microfoni di Sky Sports per parlare dei biancocelesti e della sua nuova esperienza nel calcio a 8. Le sue parole:

CALCIO A 8 – «Quella del calcio a 8 è un’avventura per divertirmi, ma con serietà. Il mio obiettivo però è fare l’allenatore, e diventare una bandiera. Ho una academy, la Ledesma Academy, da due anni, speriamo di fare qualcosa di diverso per i ragazzi che non hanno una strada. Vogliamo dare una formazione giusta per tirare fuori sportivi».

SFIDA A TOTTI – «Derby con Totti in calcio a 8? Sarebbe bello affrontare un ex avversario come Francesco. Sono cresciuto con la mentalità di vincere, e anche in questo caso vorrei avvenisse. Da quando ho segnato nel derby del 2006 è cambiato tutto nell’ambiente Lazio. Quello fu il momento dell’inizio dell’amore, che poi è cresciuto negli anni. E anche per questo sono nella Lazio Calcio a 8, un legame che dura tanto tempo e che dà continuità».

LAZIO IN CHAMPIONS – «La rosa della Lazio non mi sembra adeguata ad affrontare la Champions. L’anno prossimo bisogna vedere qual è il vero obiettivo, se partecipare oppure competere oltre i gironi. L’aspetto lampante è che mancano i giusti ricambi ai titolari, ciò impedisce il salto di qualità che tutti vorrebbero. Non andare in Champions può anche significare fare un ragionamento diverso, quello di rifondare. Sicuramente quest’anno è complicato, far bene potrebbe non bastare».

DERBY – «La sconfitta dell’andata nel derby ha influenzato la stagione della Roma. Ha perso tante partite da quel momento, i risultati sono stati negativi. Mi sembra anche strano che Fonseca prepari la squadra per un futuro che lo vede lontano dalla Capitale».

PELLEGRINI VS LUIS ALBERTO – «Sia Pellegrini che Luis Alberto sono giocatori decisivi nelle due squadre. Lo spagnolo non è stato così incisivo in zona assist, ma rimane uno dei migliori registi in Italia. Il centrocampista della Roma è più offensivo, si sa buttar dentro con più frequenza. Tra i due credo che Luis Alberto però sia più decisivo».

 

Advertisement