Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazio Women, Martin: «Mio padre il mio giocatore preferito. Futuro? Voglio allenare»

Pubblicato

su

Adriana Martin, la punta di diamante della Lazio Wome, si è raccontata per il Magazine ufficiale: ecco le sue parole

Per il Magazine ufficiale, la bomber della Lazio Women, Adriana Martin, si è raccontata a 360°. Ecco le sue parole:

GIOCATORE DEL CUORE – «Mio padre è stato il mio primo calciatore preferito, è stato grazie a lui se ho iniziato a giocare a calcio perché ogni domenica, quando giocava, io ero al campo per tifarlo. A livello professionistico invece, ho ammirato giocatori come Zidane e Ronaldinho, capaci di fare qualsiasi cosa con la palla tra i piedi. Nel calcio femminile invece ho coronato il sogno di giocare con Abby Wambach».

LA FAMIGLIA – «La mia famiglia mi sostiene sempre: i miei genitori e mio fratello Dani. Mi sono sempre stati vicini, anche ora che sono lontani, mi hanno incoraggiato a realizzare i miei sogni. Quando ero in Spagna non si perdevano una mia partita. Hanno sacrificato tutto per farmi inseguire il sogno di diventare una calciatrice. Anche il mio ragazzo mi aiuta sempre ad andare avanti e non mollare mai».

ROUTINE – «Inizio la mattina facendo colazione, dopo esercizi e stretching faccio la doccia. Vado a fare una passeggiata al parco vicino casa, leggo o vado a fare la spesa e poi cucino il pranzo. Dopo riposo,  faccio merenda e vado ad allenarmi. Ritorno a casa, ceno e guardo alcune serie Tv o partite».

DOPO IL CALCIO – «Cosa fare dopo il ritiro? All’università ho studiato Scienza dello sport e quest’anno ho finito il corso UEFA B. Ora vorrei fare l’UEFA A per allenare in futuro, vedremo. Prima invece mi sarebbe piaciuto diventare insegnante, come mio zio, poi ho creato nel mio paese una scuola calcio per le ragazze giovani. Allenare è una cosa che mi piace molto ma ora penso solo a giocare, divertirmi in campo e continuare a imparare da una grande icona come coach Morace».