Connettiti con noi

Campionato

Lazio, vittoria per classifica e per il morale in vista del derby ma occhio al Parma

Pubblicato

su

La formazione di Simone Inzaghi torna al successo contro la Fiorentina all’Olimpico e guarda con più serenità alla zona Champions. All’Olimpico contavano “solo” i tre punti: missione compiuta

Una vittoria importante per rilanciare le ambizioni da quarto posto. Una vittoria preziosa per ritrovare morale e scacciare lo spettro di una crisi di risultati. Il successo in campionato mancava dal 20 dicembre contro il Napoli: la Lazio lo ritrova all’Olimpico contro la Fiorentina di Prandelli. Caicedo chiama, Immobile risponde. La coppia d’attacco, orfano di Correa che tornerà per il derby, non delude le aspettative e fa la differenza nella prima sfida casalinga del 2021. Ciro non era al top per un fastidio al tendine, ma risulta in ogni caso decisivo. Il Panterone, dopo la panchina a San Siro, sfodera un’altra prestazione superlativa.

Insomma, la squadra di Inzaghi, al di là delle individualità, manda un segnale: c’è e vuole continuare a lottare, nonostante le difficoltà. Il 2-1 contro la Viola arriva non senza soffrire. Vlahović, a pochi minuti dalla fine, riapre su rigore una gara che dopo il raddoppio di Immobile sembrava archiviata, ma già qualche minuto prima la Lazio sembrava aver perso un po’ di smalto. La partita di Marassi contro il Genoa era ancora negli occhi di molti: un primo tempo scintillante, seguito da una ripresa sottotono. Risultato? Una vittoria buttata al vento e un pareggio contro i rossoblù dal sapore amaro.

Con la Fiorentina l’epilogo è diverso. E ora la zona Champions dista 5 punti. Domenica prossima ci sarà la trasferta contro il Parma. Un match insidioso, ultimo atto prima del derby del 15 gennaio contro la Roma. Simone Inzaghi avrà tutto il tempo per prepara la squadra agli appuntamenti. La speranza del tecnico è riabbracciare quanto prima Lulic, Fares e Correa, oltre a ritrovare la condizione migliore e tenere alto l’umore. È vero che il suo rinnovo non passerà dai risultati delle prossime gare, ma dopo Sampdoria, Udinese, Verona, Benevento e Genoa non sono più ammessi passi falsi per provare a tornare nell’Europa che conta.

Valerio Cassetta

Advertisement