Lazio, la storia di Christy: ospite speciale di ieri sera

© foto @SSLazio Official Twitter

Un ospite d’eccezione all’Olimpico per Lazio-Juventus: il piccolo Christy, la cui storia ha colpito il presidente Lotito

Un ospite d’eccezione tra i 60.000 tifosi che ieri hanno acceso Lazio-Juventus. Si tratta del piccolo Christy, un bambino con una storia particolare e difficile alle spalle, ospitato personalmente dal presidente Claudio Lotito. Il patron biancoceleste, da sempre sensibile alle dinamiche sociali, non è rimasto indifferente alle vicende personali di Christy decidendo così di adottarlo e renderlo l’emblema dell’impegno della società contro la violenza.
La storia riportata dal sito ufficiale:

«Christy è un bambino di origini africane. Nel 2015, tornando da scuola con il pulmino, un gruppo di terroristi ha fermato il mezzo e ha iniziato a sparare ferendolo in modo gravissimo alle gambe.

In quei giorni Papa Francesco era in viaggio in Sud Africa e, ascoltando la sua storia, ha voluto che, a sue spese personali, Christy ed altre sei persone venissero ospitate in Italia per curarsi. Christy ha subito moltissimi interventi e, grazie alle cure a cui si è sottoposto presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, è stato scongiurato il rischio di amputazione.

Dal 2017 è in cura per la riabilitazione e ha trovato un ambiente familiare grazie ad un gruppo di tifosi ‘Gate 51’, associazione che si occupa della lotta alla droga ed al bullismo.

Il Presidente Claudio Lotito, da sempre impegnato in attività sociali, ha adottato Christy, definendolo il simbolo della S.S. Lazio, club da sempre impegnato nella lotta contro la violenza».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER