Lazio, Scanzi: «Stop calcio tardivo, biancocelesti penalizzati»

© foto As Roma 05/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Hellas Verona / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: coreografia tifosi Lazio

Intervenuto su La7, il giornalista Andrea Scanzi ha detto la sua sullo stop arrivato in maniera tardiva da parte del calcio

Come per le altre istituzioni, anche il calcio ha preso misure per l’emergenza coronavirus in maniera tardiva. Questo il pensiero del giornalista Andrea Scanzi che, intervenuto in onda su La7, ha commentato:

«Anche il calcio, come le istituzioni, all’inizio ha sbagliato: quella partita tra Atalanta e Valencia ha alimentato la diffusione del coronavirus, non si sarebbe dovuta giocare con la presenza dei tifosi ma non era facile prevederlo. Adesso vedremo quali saranno i modi per tornare a giocare la Serie A. Sicuramente l’interruzione del campionato ha danneggiato qualcuno più di qualcun altro: la Lazio, ad esempio, è stata penalizzata».

Il giornalista si è poi lasciato andare ad un commento su Matteo Salvini:

«Salvini è il capitano? Se lui è il capitano, Giuseppe Conte è Totti, Del Piero,  Baggio, Zoff, Antonioni, Rivera, e tutti i più grandi capitani nella storia del calcio».