Connettiti con noi

Campionato

Lazio, Inzaghi: «Adesso ricompattiamoci. La rosa per la Champions…»

Pubblicato

su

Le parole di mister Inzaghi al termine della gara tra Lazio e Sassuolo. Il tecnico ha analizzato la sconfitta incassata

Terza sconfitta per la Lazio che perde anche in casa contro il Sassuolo. Il treno Scudetto corre più veloce della squadra padrona di casa, dopo la rimonta dei neroverdi. Ai microfoni di Lazio Style Channel, l’analisi di mister Inzaghi:

«Non esprimendoti al megli perdi partite come oggi, al 91esimo. Dobbaimo fare di più, crederci, non mollare in un momento come questo che non abbiamo mai passato. Dobbiamo andare avanti con fiducia, ci dispiace un sacco per questa battuta di arresto. Cataldi, Leiva e Milinkovic no. potevano giocare novanta minuti, ho chiesto un sacrificio, abbiamo problematiche proprio a livello di numeri. Dobbiamo però andare oltre a queste cose, perchè non dobbiamo perdere partite come oggi e Lecce.

Gli episodi non ci vengono dietro, ma noi dobbiamo cercarli. Il Sassuolo aveva 9 giocatori freschi, noi fatichiamo di più, siamo meno brillanti, ma dovevamo essere anche più freddi nel concretizzare e non concedere quel gol all’ultimo.

Udine e Torino? Dobbiamo recuperare giocatori che non ci sono, speriamo perchè abbiamo bisogno di tutti. Luiz Felipe oggi sarebbe stato importantissimo, probabilmente ce la faremo per Udine».

Le parole di mister Inzaghi a Sky

«Gli episodi non ci hanno premiati, anche se il pareggio non ci avrebbe aiutati. Dobbiamo fare tutti di più. In questi giorni i ragazzi hano dato tutto, è u momento particolare, ma non dobbiamo disunirci. Ho i soliti che vanno in campo con problematiche importanti, in questo momento mi stanno dando tutto, ma non basta. Dobbiamo fare ancora qualche punto importante, non abbiamo rientri in vista. Abbiamo fatto il copia e incolla di Lecce. Guardiamo avanti, ricompattiamoci, sperando qualcuno possa rientrare per far rifiatare e recuperare lucidità.

Il rammarico è che i ragazzi nel lockdown si sono allenati, abbiamo fatto buoni lavori individuali e poco prima della ripresa ci sono state problematiche che ci hanno penalizzato. Pensavamo di dover fare a meno solo di Lulic, ma ripeto… non cerco alibi. Obiettivi? Noi dobbiamo fare ancora qualche punto per la Champions. Parlare di Scudetto è azzardato, prima ci avremmo creduto fino alla fine, adesso guardiamo in faccia alla realtà.

Io allo stress psicologico non credo perchè abbiamo fatto finali e partite importanti con personalità. Io penso alle problematiche fisiche, io lo dissi che ero molto preoccupato. Probabilmente si poteva fare meglio. Aumentare la rosa? Prima dello stop eravamo in alto, con la Supercoppa vinta. Dall’Europa League siamo stati eliminato, non è stata una nostra scelta, ma in vista della Champions serviranno scelte più ampie, anche se tutti gli assenti oggi ci avrebbero dato modo di far rifiatare alcuni. I ragazzi della Primavera non sono pronti per giocare a questi livelli».

 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
Advertisement