Spalletti: «Una sconfitta che fa male. Qualificazione compromessa all’andata»

spalletti
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio perde 3-2, ma approda comunque in finale dopo il 2-0 dell’andata. Al termine Luciano Spalletti analizza il match

Sconfitta, ma passaggio del turno per la Lazio, alla Sseconda finale di Coppa Italia in tre anni. Nel post partita il tecnico giallorosso Luciano Spalletti dà la sua disamina ai microfoni di Rai Sport: «Dispiace non essere andati in finale, quella di stasera è una sconfitta che fa male, ma non possiamo modificare il passato, guardiamo avanti per non compromettere il futuro. Il risultato dell’andata ha fatto la differenza, abbiamo concesso tanto e non siamo stati bravi in certe chiavi di letture del gioco. Loro sono venuti avanti una volta e ci hanno fatto gol, così diventa tutto complicato. Il campo ha parlato, nei prossimi giorni faremo delle analisi corrette sotto un punto di vista del gioco. Dalla prima gara siamo usciti un pò penalizzati per la prestazione fatta. Non bisogna buttare tutto a mare, ma ragionare con calma e a mente fredda. Il futuro ora dipende da me, ho messo in mano la mia penna ai giocatori, non so quello che succederà da qui a qualche mese. C’è una linea da superare e tanto lavoro da fare. La qualificazione è stata compromessa all’andata, non dovevamo prendere il secondo gol».

CONFERENZA STAMPA – Il tecnico della Roma è intervenuto poi nella consueta conferenza stampa di fine match: «Mi delude essere uscito, è stato determinate il risultato dell’andata. La partita l’abbiamo iniziata con il piglio giusto, dovevamo essere bravi a sfruttare le nostre occasioni. Abbiamo creato un paio di occasioni che potevano determinare qualcosa in più, se le avessimo sfruttate sarebbe venuta fuori un’altra partita. La squadra a volte commette degli errori come in occasione del secondo gol della Lazio, in alcuni momenti la testa non ha avuto la continuità che avrebbe dovuto aver in una gara così. Da domani bisognerà prendere atto della realtà e riniziare a lavorare. Una sconfitta che fa male, anche contro il Lione ero convinto di riuscire a passare ma bisognava essere bravissimo sopratutto quando trovi una difesa così chiusa, abbiamo sfondato poco, nonostante il pressing fosse alto. Questa partita era importante, aveva il suo peso. Dispiace che i tifosi siamo rientrati oggi è abbiamo dovuto vedere l’eliminazione, sono comunque importanti per noi».