Lazio, Mauri: «La finale con la Juventus è una bella abitudine»

mauri
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex capitano biancoceleste fa il punto sulla Juventus, in vista della finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio

In serata Stefano Mauri è intervenuto ai microfoni di Radiosei, cercando di capire come la squadra di Sarri arriva alla sfida di domenica.

Avendo indossato per tanto tempo la fascia di capitano della Lazio, Mauri sa bene come si preparano sfide di alta importanza come la finale di Supercoppa Italiana. Per questo ha parlato cosi durante la trasmissione 9 Gennaio 1900: «Meglio il trio di stelle della Juventus con la Lazio? Credo che per equlibrio Sarri in Supercoppa rinunci ad uno tra Higuain, Dybala e CR7. Inoltre c’é Douglas Costa: anche dalla panchina può fare la differenza considerata la sua corsa e il suo cambio di passo. In generale se il brasiliano starà bene allora il tecnico toscano potrebbe rischiare i tre big contemporaneamente, diversamente Dybala potrebbe iniziare dalla panchina. In difesa non credo riproponga Cuadrado e Alex Sandro. De Ligt in panchina con la Sampdoria? Credo voglia risparmiarlo per la Lazio considerato il problema fisico da cui è reduce. Ormai la finale Lazio-Juventus è una bella abitudine. In gara secca le due squadre si equivalgono. Vedremo se Sarri utilizzerà qualche accorgimento tattico rispetto alla sfida di sabato scorso. Riguardo la partita di questa sera, credo sia peggio che abbiano giocato: sono abituati a preparare la gara in pochi giorni, quando hanno tutta la settimana rischiano, paradossalmente, di fare più fatica. Questo era anche il pensiero di Allegri. Il tecnico della Juve è un po’ abituato alle polemiche sui calendari, forse dovrebbe lamentarsi con la sua dirigenza piuttosto che pensare alla Lazio che ha chiesto di giocare di lunedì, ed era richiesta legittima».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy