Lazio, Lotito: «Voglio trasformare i sogni in realtà»

lotito
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è intervenuto a margine della consegna del Premio Bigiarelli per i 120 anni del club

Il Presidente della Lazio, Claudio Lotito,  nel 120esimo compleanno del club, è intervenuto durante la consegna del Premio Bigiarelli. Queste le sue parole:

AGGIORNAMENTO ORE 13:45 – Al termine della cerimonia del CONI il presidente Claudio Lotito ha rilasciato altre dichiarazioni ai cronisti presenti: «Io dico sempre che il calcio non è un gioco individuale, ma di squadra. Si vince tutti insieme, attraverso il lavoro di tutti: magazzinieri, medici, massaggiatori, la società e in primis giocatori e allenatore. Mi auguro che permanga questo spirito di gruppo e di unità, perché attraverso questo spirito si può consentire ai tifosi laziali di sognare. Io sorpreso? No, io sono pragmatico. Mi interessa però poter far sognare i tifosi laziali e cercare di trasformare quei sogni in realtà. Qui c’è una presa di coscienza di quelle che sono le nostre potenzialità. La forza del gruppo è data dai singoli: oggi c’è questo potenziale che prende corpo e mi auguro che permanga lo spirito e la determinazione. I risultati ci sono solo se esistono questi elementi, non conta solo il fattore economico, ci vuole la ferocia agonistica. Scudetto? Gli obiettivi non devono essere proclamati, ma raggiunti. Qual è il mio sogno? Quello di trasformare i sogni in realtà».

«Questa notte abbiamo aspettato la mezzanotte a Castel Sant’Angelo, abbiamo scelto questa location per ribadire che siamo la prima squadra della Capitale. In più, c’era anche il simbolo dell’aquila, che è sintomo di fierezza, il simbolo di chi decide il proprio destino. In passato c’è stato qualche momento duro ma noi siamo la Lazio e tutti ci devono rispettare».

«Vinciamo con merito in tutte le discipline, senza cercare scappatoie. Noi ci siamo e ci saremo come dimostrano oggi i nostri 120 anni di storia, che in pochi possono vantare. Il nostro ruolo poi ci vede portare avanti tutti i giorni con orgoglio i nostri valori, che portano avanti il rispetto e il merito. Rappresentiamo un esempio, i valori dello sport. Questo orgoglio lo dobbiamo dimostrare quotidianamente, diventando una famiglia unita che vince e perde insieme. Possiamo creare le condizioni per crearla sempre più grande e credibile, che rappresenta tutti quelli che si identificano in quei valori fondamentali per raggiungere gli obiettivi. Tutti insieme possiamo farlo».