Lazio, Lotito shock: «Lo Scudetto di Lenzini nacque dal caso»

lotito
© foto www.imagephotoagency.it

Da poco si è conclusa la festa per i 120 anni della Lazio ed il presidente ha subito rilasciato delle dichiarazioni molto forti

Da mesi l’ambiente attorno alla Lazio è pieno di amore: l’entusiasmo è a mille per i risultati ottenuti negli ultimi mesi e la squadra è unita come fosse una famiglia. Tutto fila liscio, tutto troppo bello per durare.

Infatti, a poche ore dalla fine delle celebrazioni per i 120 anni della società biancoceleste, il presidente Lotito ha rilasciato delle dichiarazioni all’ANSA assolutamente spiazzanti. Il patron ha detto: «Lo Scudetto di Lenzini nacque dal caso, non fu una cosa programmata. Se invece vogliamo parlare di quello del 2000 di Cragnotti è nato su un’organizzazione che si basava su alcuni concetti che oggi non trovano più vita nella gestione di una società sana, tant’è che poi la società era nei registri del tribunale, stava per fallire. Io lo dissi dall’inizio che stavo prendendo una società al funerale e la stavo portando al coma irreversibile per poi portarla al coma reversibile. Dissi che mi sarebbero serviti 3 anni per dare stabilità alla società, costruendo delle fondamenta che si basassero sul cemento armato e non sula sabbia. Sulla base di questo oggi con il tempo e piano piano stiamo dimostrando che con l’organizzazione, con lo spirito di gruppo e con la trasparenza si raggiungono gli obiettivi e sono valori nei quali noi crediamo. Quelli che hanno gestito prima la società erano solo dei palloni gonfiatie non rappresentavano la forza che ora ha la società. Ad oggi la Lazio ha la forza di decidere le scelte strategiche della politica sportiva italiana».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy