Lazio, il solito Immobile non basta più: la zona Champions si allontana

© foto Milano 23/12/2020 - campionato di calcio serie A / Milan-Lazio / foto Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

La squadra di Simone Inzaghi torna da Genova con un solo punto e ora il quarto posto dista 6 punti

Un pari che lascia l’amaro in bocca. La Lazio inizia il 2021 con un 1-1 sul campo del Genoa. Un risultato che rallenta la corsa dei biancocelesti al quarto posto. Dopo un primo tempo esaltante, la squadra di Simone Inzaghi sembra crollare nella ripresa. Il solito Immobile spiazza Perin dal dischetto, Destro risponde e fredda Reina nei secondi 45 minuti. Per il bomber biancoceleste non ci sono più parole, anche perché parlano i numeri. Sono 15 i gol realizzati finora per il detentore della Scarpa d’Oro, che ha segnato in tutte le trasferte in cui ha giocato: Cagliari, Torino, Crotone, Borussia Dortmund, Spezia, Benevento e Milan.

Un potenziale da sfruttare di più, migliorando la fase difensiva. La Lazio ora è lontana sei punti dalle prime quattro, scivolata al nono posto in classifica. Un posizionamento che stona con l’exploit nel girone di Champions: squadra imbattuta e qualificata con merito agli ottavi della massima competizione europea. La scossa dopo la sconfitta in extremis contro il Milan non è arrivata al Ferraris. E’ vero che a Marassi mancavano tre titolari come Correa, Lulic (che dovrebbe tornare a fine mese) e Fares, ma dopo 15 giornate di Serie A c’è la differenza reti in negativo: -1. La sfida contro la Fiorentina, in programma il prossimo 6 gennaio all’Olimpico, sarà importantissima per non far allungare le concorrenti e invertire la rotta.

Una vittoria rilancerebbe le ambizioni della Lazio. E nove giorni dopo, il 15 gennaio, ci sarà il derby con la Roma. Insomma, un gennaio ricco di appuntamenti fuori e dentro il campo. Dopo la Befana il presidente della Lazio, Claudio Lotito, incontrerà Simone Inzaghi per definire il futuro dell’allenatore.

Valerio Cassetta