Lazio, Eriksson: «Il mio gioco era costruito da Mancini e Mihajlovic»

eriksson
© foto @Youtube

Lazio, Sven Goran Eriksson ricorda la sua formazione biancoceleste vincitrice dello scudetto in un’intervista a The Coaches Voice

Tante le similitudini tra la Lazio di Inzaghi e quella di Eriksson che ha vinto lo scudetto nella stagione 1999/2000, molti i record ribaltati degli anni dello svedese. In un’intervista a The Coaches Voice, Sven Goran Eriksson è tornato a parlare delle caratteristiche della sua Lazio:

«Il costruttore di gioco nella mia Lazio era Roberto Mancini. Lui aveva la libertà di giocare dove preferiva. Poteva andare a prendersi il pallone in difesa, e i suoi compagni sapevano che dovevano correre e scattare in avanti per riceverlo. Correte e il pallone arriverà. La cosa rara di questa squadra però, era che non solo Mancini poteva fare questa cosa. Lo stesso succedeva se il pallone lo aveva Mihajlovic. Tutti i giocatori erano bravi a tenere il pallone, ma questa squadra era estremamente forte in contropiede.»

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy