Lazio, De Cosmi: «Contro la Fiorentina importante tornare a vincere. Acerbi e Immobile…»

de cosmi
© foto www.imagephotoagency.it

Alla viglia del match contro la Fiorentina, Roberto De Cosmi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio

La Lazio affronterà domani sera all’Olimpico la Fiorentina per cancellare la sconfitta di Bergamo. Roberto De Cosmi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per analizzare il match. Queste le sue parole:

«Cerchiamo di tornare alla vittoria per lasciarci alle spalle quello che è successo a Bergamo. La Fiorentina non è mai facile da affrontare anche se si trova in una posizione tranquilla in classifica e ha qualche defezione anche lei. Serve tornare a fare 3 punti e continuare a pensare positivo. Loro hanno un atteggiamento tattico speculare, ho visto Ribery e Castrovilli in discreta condizione. È una squadra da rispettare, le squadre di Iachini lottano e corrono molto, sono squadre muscolari».

ACERBI – «Ha usato parole forti e chiare, da leader. In lui si identifica il volto di questa Lazio che vuole essere coraggiosa e imporre il proprio gioco. La componente mentale è importante, le sue parole devono dare coraggio a questo gruppo. Acerbi ha dimostrato di essere un leader di questo gruppo».

FORMAZIONE– «Inzaghi farà le sue considerazioni su chi mandare in campo e insieme allo staff metterà in campo la formazione migliore. Dietro le soluzioni ci sono, Patric ha fatto bene e anche Bastos quando è entrato. Radu ha voluto cambiarlo per prevenzione, spero sia solo un affaticamento. Cataldi un po’ mi preoccupa, vediamo anche Correa che risposte dà. È importante gestire la gara con i cambi viste le 5 sostituzioni, mi auguro che possiamo recuperare qualche elemento. Adekanye e Raul Moro? Le rotazioni sono importanti, oltre a loro c’è Falbo che può fare anche la mezzala. Se questi giovani sono lì non è casuale, danno linfa e entusiasmo oltre a più soluzioni. Si gioca ogni 72 ore e serve la partecipazione di tutti».

IMMOBILE – «Sappiamo quanto è importante per lui tornare al gol, al di là dei numeri che parlano per lui. È stato anche sfortunato a Bergamo, poteva mandare la Lazio sullo 0-3. Sono sicuro che ha una gran voglia di tornare a segnare».

BASTOS – «Nell’uno contro uno in fase difensiva è fortissimo, è difficile da superare. Ama poi uscire palla al piede soprattutto a livello di transizione, è un elemento importantissimo per le scelte del mister. Se Inzaghi lo mandasse in campo non sarei sorpreso».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy