Lazio, Correa: «Il mio sogno? Giocare con l’Argentina. Il mio idolo è Veron»

© foto As Roma 29/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Bologna / foto Antonello Sammarcoi/Image Sport nella foto: esultanza gol Joaquin Correa

Il numero 11 biancoceleste si è raccontato in un’intervista parlando di sogni e del momento che sta vivendo a Roma

L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus ha fermato tutta l’Italia e insieme a lei tutto lo sport: il calcio infatti è fermo e c’è il rischio di non poter finire di giocare la Serie A. In questo momento di stallo è tempo per i giocatori di riprendere fiato e parlare un po’ di loro. Joaquin Correa ad esempio ha voluto raccontarsi a 90 Minutos de Futbol tra obiettivi e la vita in biancoceleste.

PROSSIMA FERMATA: ARGENTINA – «Giocare per l’Argentina è il sogno che ho da quando sono bambino e la speranza di indossare quella maglia ancora non può levarmela nessuno. Se parliamo di argentini, Messi e Maradona sono un gradino sopra ogni cosa. Ma se devo dire un insegnante di calcio che mi ha insegnato tutto e che è più di un idolo per me, questo è Sebastián Veron. Era come il mio papà calcistico, gli ho visto fare cose incredibili in campo». 

LA VITA IN BIANCOCELESTE – «La verità è che la Lazio sta facendo un’incredibile stagione e stiamo dando tutto per essere lì dove siamo. Emergenza sanitaria? Spero che le persone prendano la cosa seriamente perché non è uno scherzo».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy