Lazio, quarti conquistati: Genoa Ko 4-2 e si sblocca anche Djordjevic

© foto www.imagephotoagency.it

Poker biancocleste, la Lazio si qualifica ai quarti di Coppa Italia battendo per 4-2 un ottimo Genoa

Primo Tempo – Il primo Tempo inizia come se fosse una fase di studio tra le due formazioni, buone occasioni da una parte e dall’altra anche se gli uomini di Juric per i primi 15 minuti hanno interpretato meglio la partita avendo l’occasione di passare in vantaggio prima con Orban e poi con Ocampos. I biancocelesti però sbloccano il risultato al 19′: assist di Felipe Anderson e Djordjevic che non può fare altro che insaccare la palla alle spalle di Lamanna. La Lazio approfitta della spinta del gol ed è costantemente nella metà campo genoana tanto da guadagnarsi un rigore: fallo su Djordjevic da parte di Orban e calcio di rigore, va Felipe dal dischetto ma sciupa l’occasione del doppio vantaggio con un tiro troppo debole per far impensierire il portiere. Il raddoppio però arriva subito dopo, al 30′, con Hoedt che dai 30 metri tira molto angolato e rasoterra. Sembrerebbe farà, anzi la Lazio cerca anche il 3-0 ma nel finale di partita c’è spazio solo per il Genoa che trova il primo gol al 40′ con Pinilla con un gran gol con il sinistro sul secondo palo. Neanche il tempo di rendersene conto è la partita torna subito in parità con il gol dell’ex: al 44′ Pandev, su assist di Rigoni mette dentro, nulla può Strakosha.

Secondo Tempo – Al via il secondo tempo con gli stessi 22 dell’inizio. Sembra crederci molto di più il Genoa che subito si rende pericoloso con Pandev ma Strakosha capisce tutto e interviene sul pallone. Primi due cambi per i padroni di casa: al 56′ entra Immobile al posto di Djordjevic, subito dopo, al 58′ entra Milinkovic al posto di un ottimo Lombardi. La Lazio sembra imbambolata, non riesce a spronarsi, vittima del suo stesso gioco, complice il pressing dei giocatori del Genoa. Arriva il terzo gol biancoceleste, un gran tiro al volo di destro di Milinkovic porta in vantaggio di nuovo la Lazio che, sull’onda dell’entusiasmo, segna anche il quarto gol: Lukaku serve Immobile sul limite dell’area di rigore e mette dentro il pallone del poker biancoceleste. Ultimo cambio per la Lazio al 79′ fuori Parolo e dentro Murgia.