Lazio, Borghi: «Luis Alberto sempre magnificente. Contro l’Inter sarà un grande test»

© foto www.imagephotoagency.it

Stefano borghi, noto giornalista sportivo, ha analizzato l’ultima gara della Lazio: la difficile trasferta di Parma, sul campo del Tardini

In casa Lazio si predica la calma, ma non pensare allo Scudetto è davvero difficile. Soprattutto se a dirlo è gente del calibro di Stefano Borghi che – sul suo canale Youtube – ha ribadito le possibilità dei biancocelesti, dopo la vittoria del Tardini:

«La Lazio ha vinto una partita difficilissima. L’ha vinta con qualche polemica, ma al di là di questo, la dimostrazione della Lazio è che anche con una formazione piuttosto alternativa, questa squadra ha risposto, ha vinto con un Parma che merita assolutamente la sua classifica, che meriterebbe forse anche qualcosina in più. Non ha segnato Immobile, ma ancora una volta il centravanti di scorta – anche se è una definizione da buttare nel cestino perché Caicedo è un attaccante forte: scorta o titolare non conta, è un grande soldato al servizio della causa – ha risolto il match. Luis Alberto sempre imperversante, imperioso e magnificente. La Lazio è riuscita ad assorbire bene l’assenza di Milinkovic-Savic, che in una partita del genere poteva essere molto pericolosa, anche per le caratteristiche fisiche del Parma. Sugli esterni sono cambiate delle cose ed è andata comunque bene, perché – al di là degli episodi – la Lazio ha fatto una partita meritevole». 

INTER – «Sono curiosissimo di vedere cosa succederà domenica all’Olimpico, perché quello sarà il grande test, la grande bilancia per pesare la Lazio. Ma soprattutto sono sempre più convinto di quanto detto in settimana: non è stata un’occasione sprecata il pareggio contro il Verona. Anche se, guardando la classifica, credo che più di un tifoso biancoceleste ripensi a come si poteva essere al primo posto da soli. Però non è stata un’occasione sprecata, è stato un ulteriore passo in un cammino veramente positivo».