Basta: «Alla Lazio anni stupendi. Il gol al derby? C’è chi darebbe la carriera per farlo…»

© foto www.imagephotoagency.it

Dusan Basta ha indossato la maglia della Lazio per 5 anni, adesso è tornato a parlare della sua esperienza in biancoceleste

Cinque anni con la maglia della Lazio, poi gli scarpini appesi al chiodo per una nuova carriera: Dusan Basta si è raccontato a La Gazzetta dello Sport, mostrando ancora un forte legame con i colori biancocelesti. «Il gol nel derby, nel 2017, il momento più bello: la corsa sotto la curva, l’abbraccio dei compagni, i sorrisi. C’è chi darebbe la carriera per segnare un gol alla Roma, un’emozione unica. Poi quell’anno è stato il più bello della mia vita. Inzaghi? Tratta ognuno di noi in modo diverso. È un ottimo tecnico aiutato da un grande staff».

CHAMPIONS – «Sicuramente è l’anno buono. Lo scudetto resta difficile, è vero, ma la Lazio è lì. Ha battuto due volte la Juve, gioca bene, e poi c’è un gruppo storico, rodato».

ADDIO – «Avrei voluto salutare i tifosi all’Olimpico, ma è andata così. Non è una macchia, ho trascorso 5 anni stupendi. L’anno scorso per motivi familiari rifiutai di andare in prestito a Bologna per sei mesi, la società mi mise fuori rosa. La squadra provò a parlare con la dirigenza molte volte, ‘Dusan non merita di essere trattato così’, dicevano. Fu un grand egesto, lo porterò sempre nel cuore, ed è per questo che quando parlo di Lazio uso il ‘noi’. È come se fossi ancora lì». 

IMMOBILE – «È una macchina. vuole sempre segnare. Il suo segreto è la fame, non si accontenta mai. In avanti la Lazio è al sicuro, quest’anno può superare il suo record di 41 gol della stagione 2017/18».