De Luca: «Dalla Juve dichiarazioni penose e meschine»

© foto www.imagephotoagency.it

Una diretta Facebook del governatore della Campania Vincenzo De Luca è stata l’occasione per una bordata alla Juventus

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, ha evidenziato nel corso di una diretta Facebook tutto il disappunto nei confronti delle accuse della Juventus al Napoli. L’argomento è quello del match che non ha avuto luogo all’Allianz Stadium domenica sera data la mancata partenza dei partenopei per Torino.

«La Juventus, per bocca del suo presidente Agnelli, ha fatto una dichiarazione penosa, imbarazzante, dicendo che siccome c’è un protocollo sarebbero andati allo stadio per fare una dura competizione con i raccattapalle. Il presidente della Juve è un uomo appassionato, oltre che di palle e palloni, credo anche di filosofia. Mi permetto di ricordargli quello che diceva Schopenhauer: la gloria bisogna conquistarla, l’onore basta non perderlo. Se io mi fossi comportato così, sentirei di aver perduto il mio onore sportivo. Come ci si può ridurre alla meschinità di pretendere di vincere un incontro con gli antagonisti messi in quarantena non per volontà propria, ma da una Asl? Mi pareva doveroso fare una puntualizzazione, visto che non sono arrivati i ringraziamenti che dovevano essere rivolti alle Asl e al Napoli  perché abbiamo evitato di contagiare Ronaldo».