Connettiti con noi

Hanno Detto

Fiorentina, Italiano: «Presi gol evitabili, 0-3 risultato bugiardo»

Pubblicato

su

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta contro la Lazio

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta contro la Lazio.

SCONFITTA – «Credo che questa non è una partita da 0-3, soprattutto per quanto fatto vedere.Abbiamo commesso degli errori ingenui e poi è dura recuperarla. Loro hanno avuto 15 giorni di preparazione e si è visto, vabbè ripartiamo. La Lazio è una squadra forte».

ERRORI – «Il loro portiere calcia dalla linea di porta e per puro caso si innesca uno sviluppo dove prendi gol, in quelle occasioni deve recuperare la palla. Dobbiamo lavorare e cercare di inserire velocemente i nuovi arrivi, hanno qualità ma dobbiamo dargli tempo. È stato un ottimo primo tempo».

NUOVI – «Sono giocatori che arrivano da altri campionati, non abituati, si va in ritiro per prepararsi e per mettere dentro meccanismi e concetti. Arrivano da tre campionati diversi, ci vuole del tempo e pazienza non tantissima visto che i punti bisogna farlo ma abbiamo tempo per rimediare».

CABRAL – «Cabral subito perché Piatek è stato male e Gonzalez è arrivato solo per la rifinitura. Il ragazzo ha fatto vedere ottime cose negli allenamenti».

IKONE – «Ikone arriva in un reparto dove i colleghi avevano fatto bene, ci sarà spazio per lui e per tutti».

SOSTITUZIONE VLAHOVIC – «Son convinto che la maggior parte dei gol fatti da Vlahovic arrivassero da un lavoro e da uno sviluppo, poi lui era bravo a concretizzare. Noi manterremo quella struttura e cercheremo di inserire subito Piatek e Cabral. Veloci noi a spiegare a loro ma loro velocissimi a capire e mettersi a disposizione».

ADDIO VLAHOVIC – «Ho sempre detto che non vedevo l’ora di veder chiuso il mercato visto che portava distrazioni, credo che la sconfitta non sia figlia di tutto ciò. Noi abbiamo tutte le qualità e le forze per ripartire e rimediare».

Le parole del tecnico ai microfoni di DAZN

«Grande merito alla Lazio ma questa non è una partita da 0-3. C’è stato equilibrio soprattutto nel primo tempo. Abbiamo affrontato giocatori che ti puniscono al primo errore. Possiamo ripartire dalla prima frazione. Se c’è una cosa che non mi è piaciuta oggi sono i gol subiti. La qualità bisogna averla sia in attacco che in difesa. Erano situazioni leggibili ed evitabili. Dobbiamo fare integrare Cabral e Piatek».