Garlaschelli: «La corsa Champions è più aperta che mai. Parma? Non bisogna sottovalutarlo»

garlaschelli
© foto www.imagephotoagency.it

Garlaschelli, il pensiero dell’ex ala bianco azzurra sulla Lazio

L’ex biancoceleste Renzo Garlaschelli, che con la Lazio ha vinto il primo storico scudetto nel 1974, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio e ha detto la sua su questo finale di stagione della squadra di Inzaghi: «La corsa al quarto posto è aperta più che mai, non vedo squadre migliori della Lazio, anche se purtroppo non si stanno raccogliendo i punti necessari per avvicinarsi al quarto posto. Contro il Parma non sarà una partita facile, non bisogna sottovalutare l’avversario e non si deve mollare nulla. I biancocelesti sono superiori ai ducali, ma dovranno dimostrarlo sul campo. Bisogna guardare a sé stessi e non alle altre squadre, la corsa deve essere fatta non guardando la classifica. I biancocelesti possono arrivare tranquillamente al quarto posto, a patto che non si sprechino più occasioni e che si raccolgano più punti possibili attraverso prestazioni di qualità e che a livello realizzativo si diventi più cinici e concreti ».

RENDIMENTO – «Vedo una Lazio che produce poco gioco sulle fasce, sia a destra che a sinistra. Mancano le prestazioni di alcuni giocatori che non ti permettono di compiere quel salto di qualità a livello realizzativo che si era visto nella scorsa stagione. Mi aspetto che Milinkovic alzi l’asticella, da un calciatore come lui esigo qualcosa di più. In questa stagione stiamo pagando il livello qualitativo del gioco, che mi sembra sia calato rispetto allo scorso anno: non si può soffrire con squadre come Empoli e Frosinone».