Connettiti con noi

Hanno Detto

Immobile: «Porterò l’omaggio dei tifosi sempre con me, sto meglio ma….»

Pubblicato

su

In occasione dell’amichevole a Formello “Fratelli Tutti”, Ciro Immobile ha rialsciato alcune dichiarazioni. Ecco le sue parole

In occasione dell’amichevole a Formello “Fratelli Tutti”, Ciro Immobile, che nel match ha smesso i panni di attaccante e indossato quelli di arbitro speciale della sfida, ha commentato l’omaggio della curva nel match contro la Juve di ieri all’Olimpico e dato un aggiornamento sulle sue condizioni fisiche:

FRATELLI TUTTI – «È bello! Essere stato scelto dal Papa è emozionante e stimolante. Una partita fortemente voluta sia da lui che dal nostro presidente. Arbitrare sarà  particolare,  ma anche strano e divertente. Ci divertiremo tutti».

L’OMAGGIO DELLA CURVA – «È un premio pazzesco che un giocatore può avere al di là di tutti i gol, gli assist o quello che succede in campo. Quando la tua gente ti acclama così vuol dire che hai lasciato qualcosa dentro prima come persona che calciatore. Porterò questo gesto sempre con me»

IL MOMENTO DELLA SQUADRA – «La squadra non mi è dispiaciuta, è mancato solo l’ultimo passaggio. Siamo sulla strada giusta.  Stiamo diventando squadra ancora di più. Il primo obiettivo è fare con più spensieratezza quello che ci chiede il mister. Ieri ho parlato con la squadra a fine partita e ho detto che continuando ad avere lo spirito giusto possiamo dare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi . È ovvio che siamo un po’ indietro, ma per noi era fondamentale prima ritrovarci come gruppo e come squadra. Ora serve un po’ di continuità in più».

INFORTUNIO – «Ogni giorno miglioro sempre di più. Se non fosse stato il polpaccio probabilmente ce l’avrei fatta, ma è un  muscolo particolare e delicato. Meglio non rischiare. Domani faccio la risonanza di controllo e in questo momento è passato il dolore, ho solo un po’ di paura come è giusto che sia. Non vorrei fermarmi di nuovo e quindi ci sta un po’ di cautela».