Connettiti con noi

2014

Filip Djordjevic, la sorpresa del 2014 biancoceleste parla serbo

Pubblicato

su

E’ stato sicuramente uno dei migliori colpi di mercato di questa estate. Appena sbarcato nella Capitale, in pochi avrebbero scommesso che Filip Djordjevic si sarebbe ambientato così velocemente in una realtà complicata e del tutto nuova per lui come la Serie A. Sul serbo si erano concentrate le attenzioni di diversi club inglesi come Everton, West Ham e Aston Villa, ma la Lazio ha bruciato sul tempo l’intera concorrenza e si è assicurata a costo zero le prestazioni dell’ex Nantes. Senso del gol, potenza e soprattutto un apprezzabile spirito di sacrificio in fase difensiva sono le caratteristiche principali di Djordjevic, che con i suoi sette gol stagionali realizzati fin qui (sei in campionato e uno in Coppa Italia), sta ripagando totalmente la fiducia di tutto l’ambiente biancoceleste e di Pioli in particolare. Il tecnico emiliano infatti, in queste prime 18 partite disputate dalla Lazio tra campionato e Tim Cup, ha schierato l’attaccante serbo nell’undici titolare in ben 13 occasioni, vale a dire il 72% delle volte. Nonostante i suoi ultimi match non siano stati dei migliori, e nonostante l’ex Stella Rossa non segni dalla trasferta di Empoli del 9 novembre scorso, il rendimento di Djordjevic in questo avvio di stagione è senza dubbio molto positivo, e se la Lazio è pienamente in lotta per il terzo posto lo deve anche a lui, a quel centravanti arrivato a Roma tra l’indifferenza di parecchi addetti ai lavori. 

Andrea Coppini – Lazionews24