Farris: «La vicenda Radu ha unito ancora di più il gruppo» Sui nuovi innesti…

farris
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Farris dal ritiro di Auronzo di Cadore

La Lazio continua a lavorare sotto le Tre Cime di Lavaredo. Si corre, si suda e si analizzano anche i nuovi acquisti in vista della prossima stagione. Il vice di mister Inzaghi, Farris, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio direttamente da Auronzo di Cadore: «Abbiamo avuto in questi giorni nello staff un sentimento di entusiasmo, che i tifosi ci hanno confermato. Le nostre sensazioni sono buone, c’è un altro tipo di approccio tra i ragazzi, la vicenda Radu ha unito ancora di più il gruppo. Questi segnali fanno piacere. Si riparte dalla Coppa Italia, è un trofeo che rimarrà nella storia del club, ma l’ottavo posto dovrà essere migliorato. I nuovi innesti? Siamo ripartiti dal nostro sistema, ormai collaudato della difesa a tre. Abbiamo ricominciato dai movimenti base, senza usare ancora i quinti, per capire a che punto si trovi Vavro, ma anche i nuovi. Jony e Lazzari? Valutiamo le loro caratteristiche, ossia quelle di puntare e saltare l’uomo, mentre Lulic ha caratteristiche simili ma più solide, Marusic è più lineare. Per Inzaghi è motivo di orgoglio essere stato accostato ad altre grandi squadre, ma la sua volontà è sempre stata quella di rimanere alla Lazio».

«Vavro conosce già molti termini tecnici difensivi italiani, chiama per nome i compagni e per un ragazzo del 1996 è molto importante. Per caratteristiche comportamentali sembra molto ad Acerbi, per personalità. Si fa guidare anche dagli altri, sta imparando l’italiano per continuare a farlo. Adekanye? Stiamo valutando, è molto giovane ed anche se viene dal Liverpool non viene da esperienze di prima squadra. Ha talento e tecnica, spero si riesca ad inserire, noi stiamo cercando di trovargli la sua posizione migliore».