Connettiti con noi

Campionato

Farris: «Non dobbiamo mollare. Rigore? Milinkovic prende la palla»

Mattia Monti

Pubblicato

su

Massimiliano Farris, vice tecnico della Lazio, ha parlato nel post partita del match contro il Napoli: le sue dichiarazioni

Massimiliano Farris, vice tecnico della Lazio, ha parlato nel post partita del match contro il Napoli. Le sue dichiarazioni a Sky Sport:

VIETATO MOLLARE – «Questa sconfitta non deve compromettere nulla, anche perché lunedì avremo un altro scontro diretto. Poi dobbiamo sempre pensare che abbiamo sempre una partita in meno. Non dobbiamo assolutamente arrenderci»

RIGORE – «Dal campo si vede poco e nulla. Posso comunque dire che ci sono state due partite: una prima e una dopo il rigore. Dopo averlo rivisto, posso dire che Milinkovic ha preso la palla. I rigori sono una cosa importante e certi episodi vanno valutati bene».

CAMBI – «Chi è entrato ci ha dato un po’ di freschezza, ma anche i gol ci hanno dato spinta emotiva. Il 5-2 ci ha piegato definitivamente le ginocchia, ma c’è stata una reazione e non è  mancato il carattere. Comunque va detto che il Napoli ha fatto una grande partita e noi non abbiamo difeso bene. Non siamo riusciti a difendere bene nelle linee».

POCA CONCRETEZZA – «Siamo entrati tante volte in area, ma siamo mancati negli episodi. Insomma, non siamo stati concreti, mentre loro hanno dimostrato più determinazione, facendo anche grandi giocate».

INZAGHI – «Ci siamo parlati a fine primo tempo. Speriamo che l’innesto più importante sia il suo perché il comandante deve stare al suo posto».

Mister Farris a Lazio Style Radio

GARA – «Ci sono degli spunti positivi da questa partita, con un risultato pesante. L’episodio del rigore avrebbe potuto essere a nostro favore con un uomo in più, loro poi hanno subito trovato il 2-0 ed è diventata dura. Il Napoli palleggia bene, dopo il 4-0 però la squadra ha avuto la forza di cercare gli episodi per riaprirla».

CHAMPIONS – «Il 5-2 ha chiuso i giochi ma dobbiamo continuare a crederci. L’intervento di Milinkovic non può essere rigore, è un presunto gioco pericoloso. Bisogna però andare avanti, ci sono altre partite più quella con il Torino. La corsa è ancora lunga».

CAMBI – «Nella ripresa abbiamo fatto qualche cambio per dare un po’ di freschezza alla squadra. Non era facile entrare in quel modo. La corsa Champions è aperta, da domani mattina penseremo al Milan».

Advertisement