Connettiti con noi

Hanno Detto

Bazzani: «Sampdoria Lazio difficile da pronosticare, su Immobile…»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Fabio Bazzani, doppio ex della sfida, ha analizzato la gara tra Sampdoria e Lazio: le dichiarazioni a Lazio Style Radio

Fabio Bazzani, intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, ha parlato a poche ore dalla sfida tra Sampdoria e Lazio. Le sue parole:

«È una partita dal pronostico difficile ed equilibrata, Entrambe le squadra hanno alti e bassi, la Lazio in trasferta sta facendo fatica, sono curioso di vedere la sfida. Ci sarà uno stadio diverso rispetto al solito, molti gruppi organizzati non ci saranno. Potrebbe essere un fattore, anche se la Lazio fuori casa sta avendo un rendimento diverso derivante da difficoltà che però potremmo definire generali. Se i biancocelesti oggi dovessero vincere, darebbero un segnale importante anche sotto il profilo dell’ autostima. Deve trovare alcune buone prestazioni per trovare la continuità».

QUAGLIARELLA E IMMOBILE – «Ho potuto ammirare dal vivo le qualità di Quagliarella, Immobile invece non l’ho vissuto dal vivo. È il miglior attaccante italiano al momento, nessuno ha i suoi movimenti senza palla con un attacco simile della profondità. Con gli anni dovrà imparare a gestire le energie».

REINA – «I problemi della Lazio non derivano dal portiere. Reina è un giocatore cardine che è stato un uomo di Sarri a Napoli. Probabilmente ha speso varie energie e va detto che si tratta di un portiere molto attivo nella manovra. Potrebbe anche starci questa sera una gara in cui tiri il fiato».

CATALDI – «In mediana Cataldi può offrire maggiore dinamismo rispetto a Leiva che comunque ha delle letture delle situazioni migliori rispetto al numero trentadue. Il tutto dipende da che tipo di pressione sceglie di adottare Sarri».

PAZIENZA E MERCATO – «La Lazio ha variato i principi di gioco rispetto allo scorso anno, ci vuole tanta pazienza anche se in Italia non ce n’è molta. Per completare il cambiamento, credo serva l’inserimento di giocatori adatti alle nuove idee di gioco».

 

Advertisement

News

Advertisement