Euro2020, la Uefa non cambia: «Non ci sono motivi per lo slittamento»

© foto www.imagephotoagency.it

Il virus impazza in tutta Europa ma la Uefa mantiene il punto: al momento Euro2020 si gioca. Il 17 fissata una videoconferenza

Il Coronavirus non fa sconti ed è arrivato a contagiare anche il mondo dello sport: ieri sera Rugani è stato il primo calciatore italiano ad aver contratto il Coronavirus, questa mattina anche il Real Madrid è entrato in quarantena per un contagio nella sezione basket del club.

Nonostante queste tragiche notizie, la Uefa sembra tapparsi gli occhi e le orecchie e prosegue per la sua strada. Al momento la Champions e l’Europa League non sono intenzionate a fermarsi e l’Europeo itinerante non dovrebbe subire variazioni del calendario. Il 17 marzo si terrà una videoconferenza con i rappresentanti dei club per vedere come il calcio europeo potrebbe aver reagito alla pandemia. Un rappresentante del massimo organo calcistico europeo, è stato intercettato da Goal.com ed ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Non c’è motivo di cambiare nulla nel calendario. Siamo in contatto con le autorità locali e internazionali competenti in merito al Coronavirus e al suo sviluppo. Alla luce dei recenti sviluppi nella diffusione del Covid-19 in Europa e le modifiche nell’analisi dell’OMS, l’UEFA oggi ha invitato i rappresentati delle sue 55 associazioni, insieme ai comitati dei club europei e delle leghe europee e un rappresentante della FIFPro, a partecipare a degli incontri in videoconferenza martedì 17 marzo per discutere della risposta del calcio europeo alla diffusione (del virus, ndr). Le discussioni riguarderanno tutte le competizioni nazionali ed europee, Euro2020 compreso. Ulteriori comunicazioni saranno diffuse dopo questi incontri».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy