Etienne Tare: «Mio papà era più forte, mentre io sono più sensibile»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Etienne Tare: «Mio papà era più forte, mentre io sono più sensibile»

Pubblicato

su

Etienne Tare si è raccontato ai microfoni di ABC e Mângjesi: le dichiarazioni dell’ex attaccante della Lazio

Etienne Tare si è raccontato ai microfoni di ABC e Mangjesi. Le sue dichiarazioni.

PAROLE«Sono più sensibile di papà. Lui è più forte, mentre io sono più sensibile. Ho più emozioni. Non abitavo qui, ma piano piano con l’aiuto di mio padre mi sono ambientato. Conosco 5 lingue, ma l’albanese è stata la più difficile. Alla Lazio ero più nella comfort zone, ora che me ne sono andato è un’esperienza diversa per me. È un’esperienza difficile perché sono uscito di casa e ho dovuto rafforzare il mio carattere. È stata una mia scelta senza essere influenzata da mio padre. Ora sono pronto al 100%».

ANEDDOTO«Il calcio è sempre stato presente in casa mia. Quando ero piccolo mio padre mi diceva ‘diventerai un calciatore’ e per me non era un problema. La mia routine? La mattina mi sveglio sempre alle 7 e faccio 2 ore di esercizi con il mio personal trainer. Poi faccio la doccia e mi alleno con la squadra. Mi addormento molto velocemente, perché sono stanco. All’inizio è stato molto difficile per me, ma ora ci sono abituato. A mio padre è sempre piaciuto, mentre a mia madre non piaceva molto. Papà mi aiuta molto in alcune cose, ma mi critica anche molto. Lui mi dice sempre che ‘ora sei il mio migliore amico’, non abbiamo un rapporto classico come genitore e figlio».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.