Connettiti con noi

News

Esports, alla Lazio il primo derby virtuale della storia: “a segno” Immobile e Muriqi

Pubblicato

su

E-sports, lo scorso 7 dicembre Lazio e Roma si sono scontrate nel ‘Road To Dacia Arena Tournament’ col trionfo biancoceleste

Lo scorso 7 dicembre si è giocato il primo derby della capitale virtuale. Il contesto è quello degli E-sports, e Lazio e Roma si sono affrontate nel ‘Road To Dacia Arena Tournament’. Il trionfo è stato tutto biancoceleste, con RaissForever (questo il nickname dell’utente che guida la Lazio) che ha battuto i giallorossi guidati da S-Venom, conquistando il primo derby E-sports. 2-0 il risultato finale, e le reti, per la cronaca, portano “le firme” di Immobile e Muriqi.

Durante il lockdown, con gli sport tradizionali che hanno dovuto subire un lungo periodo di stop, il mondo si è accordo degli eSports, con inevitabili ricadute nei settori connessi quali quello della pubblicità e dei media in generale.
Concerti con audience stellari ed eventi sportivi con milioni di spettatori hanno fatto comprendere le enormi potenzialità del settore. Secondo i dati di Verizon, l’uso domestico dei videogiochi è aumentato del 75% nella prima settimana di quarantena. Anche il gioco d’azzardo si è ormai dirottato quasi completamente sul web, complice inoltre la nuova chiusura delle sale da gioco professionali. Dopo il boom del 2020, anche per il nuovo anno i migliori siti di casino online come italcasino.net hanno già realizzato una selezione degli operatori AAMS/ADM che offrono un bonus senza deposito immediato 2021. E non è solo il gameplay ad essere in crescita. Lo stesso fenomeno di crescita esponenziale si rileva per le nuove modalità di intrattenimento diffuse online, attraverso le piattaforme di streaming dedicate. I giocatori e i non-giocatori amano guardare i giocatori professionisti all’opera. Si stima che Twitch, la principale piattaforma di livestreaming di proprietà di Amazon, abbia aumentato il proprio pubblico fino a un terzo nel solo mese di marzo. Allo stesso modo, sono aumentati gli acquisti di videogiochi (intesi come i contenuti digitali utilizzabili tramite console o PC) e di oggetti di gioco in- game.

La SS Lazio si è fiondata subito su questo mercato, fondando ormai mesi fa la Lazio eSports, che da metà dicembre si è associata all’Osservatorio Italiano Esports, la prima piattaforma B2B di networking, informazione e formazione per gli operatori del settore.
La S.S. Lazio eSports, ha avviato un percorso di professionalizzazione del team. Oltre a strutturare il management per la comunicazione, marketing e sponsorizzazioni, ha anche creato un vero e proprio staff tecnico per allenare, gestire e migliorare le performance dei player, sia sul piano fisico che su quello psicologico.

Ci sono programmi che riguardano la nutrizione, la salute, il benessere, la preparazione psicologica, il riposo, tutti elementi fondamentali per un player di eSports. L’obiettivo è comunicare e condividere con il pubblico i valori degli eSports: anche se non c’è il contatto fisico, l’attività fisica dello sport tradizionale, vengono mantenuti i valori e soprattutto l’approccio alla preparazione e negli allenamenti.

Gianfilippo Valentini, responsabile divisione eSports S.S. Lazio, ha commentato così l’ingresso in OIES: «Il Team S.S. Lazio eSports è un progetto su cui lavoriamo in sinergia con i responsabili interni della società e si inserisce in una gamma di iniziative diverse volte alla valorizzazione del brand. Abbiamo deciso di entrare in questa grande community perché è molto attenta alle dinamiche e allo sviluppo del mondo eSports in Italia, e attraverso il networking spero che riusciremo a creare situazioni importanti e vincenti per tutti gli stakeholder».