Di Battista: «Gli adesivi? I colpevoli non devono più entrare allo stadio»

© foto www.imagephotoagency.it

Non un fatto legato solamente allo sport, a prendere la parola in merito all’atto antisemita riguardante Anna Frank è stato Alessandro Di Battista del M5S

Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle, di nota fede laziale, ha parlato della faccenda degli adesivi rappresentanti Anna Frank con la maglia giallorossa durante la trasmissione televisiva #cartabianca. Ecco le sue parole: «Quegli adesivi? Saranno 20-30 anni che sento cori razzisti, che vedo cose oscene. Chi ha fatto quello che ha fatto, non deve più entrare nello stadio. Poi è ovvio che se si tratta di ragazzini di 13 anni, allora ecco che cambia tutto il discorso. C’è proprio un discorso di stato sociale. Quello che è successo è un gesto allucinante. Ci vanno di mezzo tutti. Ma io dico, tifate Lazio e basta. Ma che senso ha fare quello che è stato fatto. Il primo modo per distruggere l’intolleranza è l’istruzione», conclude Di Battista.