De Vrij-Lazio, è rottura: cessione o addio a parametro zero

supercoppa
© foto www.imagephotoagency.it

Ancora un no è arrivato dell’agenzia Seg all’offerta di rinnovo avanzata dalla Lazio. Se Lotito non lo vende, il difensore olandere attenderà la scadenza naturale del contratto

Un altro no. Stefan de Vrij, attraverso l’agenzia che lo gestisce (Seg), ha rifiutato ancora una volta la proprosta di rinnovo offerta dalla Lazio. La volontà del calciatore è ormai nota da tempo, il suo ciclo ha Formello è ormai chiuso, è pronto per una nuova esperienza. Con la dirigenza romana dunque non esiste margine per discutere il prolungamento, l’unica possibilità di permanenza è legata al contratto: come spiega questa mattina il Corriere dello Sport, l’olandese rispetterebbe la scadenza naturale del contratto, continuerebbe a dare il proprio apporto ai biancocelesti e a febbraio 2018 sarebbe libero di trattare a parametro zero.

GLI SCENARI – Perdere il calciatore, senza incassare, non è una soluzione gradita da Claudio Lotito. La Seg in autunno riteneva di poter presentare alla Lazio un’offerta importante per de Vrij, in realtà il mercato non sta rispondendo alle attese e Lotito ha sparato altissimo: per il cartellino dell’olandese pretenderebbe 40 milioni di euro. A quelle cifre gli agenti dell’ex capitano del Feyenoord non riusciranno ad arrivare e si metteranno in attesa della scadenza naturale del contratto. Il patron capitolino dovrà decidere come comportarsi: tenerlo a scadenza (e ovviamente utilizzarlo) oppure abbassare le pretese, rivolgendosi ad un mercato che nelle prossime potrebbe mettere in luce nuove soluzioni. Si parla di Chelsea e Everton, anche il Manchester United potrebbe rifarsi sotto come in passato. E’ dunque tempo di riflessioni, la sensazione però è quella che la società deciderà di aprire un nuovo ciclo e rifondare.